OverBlog

5 luglio 2010

Albicocche e lavanda...

crumble 2

E' un pezzo che ho da parte questa bocchetta di olio essenziale di lavanda, acquistata ad un mercatino di un paese vicino a casa.
Come sempre quando reperisco qualche ingrediente che normalmente non trovo all'inizio sono pervasa dal sacro fuoco della sperimentazione, poi mi dico "ok, ora che ce l'ho non devo più affannarmi, posso cercare con calma una ricetta per usarlo", poi finisce che resta lì...
E' stato il caso con l'olio essenziale di lavanda: trovato su una bancarella di prodotti della Valtellina (che mi aveva donato anche uno splendido succo di mele naturale, con cui mi ero preparata questo) è rimasto in paziente attesa che mi decidessi ad usarlo.
Fino ad ora.
Certo, è talmente forte il sapore dell'olio essenziale (di tutti gli oli essenziali) che se ne usa davvero un niente, ma in questo caso la dose e gli abbinamenti sono stati decisamente azzeccati: lavanda, albicocche, mandorle e pistacchi.
Molto piacevole davvero.
Un crumble.
Sì, fa caldo e ci sarebbe da accendere il forno: però si fa in un attimo (soprattutto se avete come me della frolla avanzata) e una volta infornato potete scappare dalla cucina e sprangare tutto, finché non sarà cotto. ;o)

NdA: se volete un'altra idea per abbinare splendidamente albicocche e lavanda non potete assolutamente non passare da Alex, per le sue albicocche ripiene.

crumble 4

CRUMBLE DI ALBICOCCHE ALLA LAVANDA CON GRANELLA DI PISTACCHI E MANDORLE

Per 2-3 porzioni

300 gr di albicocche già pulite e tagliate a dadini
60 gr di zucchero (nel mio caso erano sufficienti, se preferite più o meno dolce assaggiate)
1 goccia di olio essenziale -alimentare- di lavanda
granella di pistacchi
scaglie di mandorle
granella di zucchero
frolla avanzata (una qualunque ricetta di frolla che usate, io ho usato questa: in questo caso riducetene la dose però )


Preparazione

Pulite le albicocche e tagliatele a dadini: cospargetele con lo zucchero e mescolate. nel giro di qualche minuto cominceranno a buttar fuori il loro succo. Aggiungete la goccia di lavanda (mi raccomando, 1 goccia solamente: l'aroma è fortissimo ed in questa dose è perfetto, perché si percepiscono tutti i sapori senza che vengano sovrastati. Se esagerate otterrete un sapore effetto saponetta) e mescolate bene.

crumble 7

Per la frolla... Io ho usato della frolla che avevo avanzato, sbriciolandola grossolanamente con le mani, ma potete tranquillamente prepararla apposta, seguendo le solite procedure della frolla: farina, zucchero, sale a cui si aggiunge il burro freddo a dadini. Si sbriciola il burro con la farina usando le dita, poi si aggiunge l'uovo e se necessario un goccio di acqua.
Se la preparate appositamente fermatevi quando otterrete delle grosse briciolone di impasto, non proseguite fino a che sia completamente unito: vi servono proprio le briciole.
Preriscaldate il forno a 180°.
Prendete dei ramequins, dei contenitorini monoporzione o una teglia, versateci dentro le albicocche con tutto il succo, cospargetele fino a coprirle con le briciole di frolla, una manciata di granella di pistacchi, una di scaglie di mandorle ed una di granella di zucchero.
Infornate per circa 15 minuti, o finché la frolla sarà cotta.

crumble 6

24 commenti:

  1. stupendo! percepisco la croccantezza anche da qui...
    come stai tesoro? io scoppiatissima, ma tra poco arrivano le ferie e allora molto andrà meglio spero..;-)

    RispondiElimina
  2. il crumble di per se mi fa impazzire se poi aggiungi la lavanda che adoro...il connubio meravigliosooooooooooooooooooooooooo!!!baci imma

    RispondiElimina
  3. Io ho i fiori di lavanda nel mio terrazzo, secondo te posso sostituirli all'essenza?
    Baci

    RispondiElimina
  4. Mi piace...che abbinamento intrigante!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Io non riesco ad utilizzare l'olio essenziale, preferisco i fiori freschi, meno effetto saponetta e mi regolo meglio nella quantità,ma il tuo abbianmento è golosissimo!

    RispondiElimina
  6. Che meraviglia.....le tue foto parlano da sole.
    Io con la lavanda ho sempre un pò paura dell'effetto saponetta...si sente tanto?
    Buon lunedì, bacioni

    RispondiElimina
  7. sarà strana? ho tanti olii essnziali ma mai nessuno usato in cucina!
    mi hai inciriosito e sto pensando all'olio essenziale di eucalipto magari...
    il crumble è delizioso, te lo copio :-P
    buona settimana.

    RispondiElimina
  8. Sononera: tesoro, tu scoppiatissima, io non sto meglio. Il caldo mi distrugge, tutto il contesto attorno non è granché come ben sai... Spero le vacanze in arrivino ti rigenerino, perché per quanto mi riguarda ci credo pochissimo. Bacione

    Imma: bacione a te stella :)

    Fantasie: eh... In linea di massima sì ma non ho idea delle quantità da usarne però..

    francesca: grazie mille :)

    Elga: ecco, non è che tu potresti aiutare Stefania qui sopra? Per le dosi che indico sapresti dirmi (n fiori) quanti usarne?

    Simo: con l'olio essenziale ci si deve andare leggerissimi, infatti con una goccia solamente si sente quel tanto da percepirne la presenza ma non da diventare sovrastante o fastidioso. Se si eccede direi che l'effetto saponetta è proprio dietro l'angolo.

    Betty: mi raccomando, prima di usare qualunque olio essenziale in cucina accertati che sia ad uso alimentare!

    RispondiElimina
  9. Adoro il crumble, per me scoperto di recente ma assolutamente salito in cimaalla mia classifica personale, con le albicocche non l'ho ancora provato ma mi ispira tantissimo!!!Bacio

    RispondiElimina
  10. Mi piacciono un sacco i dolci con la lavanda, io uso i fiori essiccati però. Gli oli essenziali non li ho mai provati...dev'essere ottimo questo crumble e ottima la tattica di fuggire dalla cucina :D

    RispondiElimina
  11. Ambra: in estate (non fosse per l'accensione del stramaledetto forno) io farei solo crumble! E' una cosa veloce e semplice, perfetta per la frutta di stagione e che si accompagna alla grande al gelato. Ne vado matta! :)

    Laura: con forno acceso c'è il fuggi fuggi generale dalla cucina, appena si può e se si tiene un minimo alla propria vita ;)

    RispondiElimina
  12. Complimenti ti è uscito benissimo!!!! e poi l'abbianmento è davvero perfetto!!! bacioni e buon Lunedì

    RispondiElimina
  13. Ah... come ti capisco, anche io quando a vendere trovo qualche ingrediente strano lo compro subito per paura di non trovarlo più, e scatta subito la foga di provarlo senza sapere in che ricetta!!! Ad ogni modo albicocche e lavanda è un accoppiata strana.. ma il crumble dev'essere buonissimo!Da provare!!!

    RispondiElimina
  14. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

    RispondiElimina
  15. uuuuuuuuuuuuuuhhhh mi piace!!! mi sto affannando per cercare la violetta...perchè ho lavanda e rosa, ma la viola proprio mi manca! suggerimenti? :P

    RispondiElimina
  16. Una ricetta veramente stupenda con i suoi profumi e sapori originali.
    Mi piace.
    Ciao e buona settimana.

    RispondiElimina
  17. come dicevo ad Alex, avevo una lavanda rigogliosa che perà l'è morta l'anno scorso :P. Ho ancora un po' di zucchero alla lavanda però! Ormai sono crumble addicted :)

    RispondiElimina
  18. Che dire?....
    Nel mentre la demolizione della mia cucina procede.... sabato verrà addirittura sigillata e i fuochi staranno spenti una settimanella....
    si va avanti cucinando negli avanzi di tempo... e ora anche di spazio!
    Passo da te e da Alex per sognare l'ordine e le cose buone!
    RAgatte..... ospitatemi!

    nasinasi impolverati!

    RispondiElimina
  19. Che profumi....e crumle e frolle vengono bene in versione gluten free...Besos

    RispondiElimina
  20. E' un abbinamento che fa' sognare e mi piace molto l'atmosfera che hai dato :-)

    RispondiElimina
  21. Ciao Sarah! Aiuto la lavanda impazza nei blog, anche io sono reduce da una settimana in Liguria e ne ho raccolta e sgranata tanta da riempirne due vasi di vetro da 1kg!!! Baciotti

    RispondiElimina
  22. wowww la lavanda?!
    magnifico!!
    complimenti per il tuo bellissimo blog stavo gironzolando a caccia di nuove ricettine e ti ho trovata!!da oggi ti straseguirò!!ancora complimenti!!=)
    ciao ciao a presto valentina di ominipasticcini
    ps:se per caso ti va di fare un saltino da me mi farebbe piacerissssssssimooooooooo!!=)

    RispondiElimina
  23. Ciao Sarah, direi che vale la pena sopportare un pò di caldo per provare questo crumble. Non ho mai usato gli oli esssenziali in cucina, la loro potenza un pò mi spaventa, ma dosandolo nel giusto modo, credo che l'aroma sia davvero delizioso !!! Manu

    RispondiElimina

Se avete domande o curiosità di qualsiasi genere inerenti a quanto trovate nel blog, sono qui per rispondere più che volentieri.
Vi chiedo però la cortesia, prima di domandare, di leggere bene i post: spesso e volentieri le domande che ricevo hanno già risposta.
Se una volta letto restate con qualche dubbio...sono a completa disposizione. :)

Grazie.