OverBlog

18 luglio 2009

Che fior fiore di brioche!



Leggendo il titolo e vedendo questa foto sono quasi sicura che abbiate pensato "Pupina si è fusa il cervello! Scrive di brioche e carica foto di cioccolatini. Stavolta ce la siamo giocata davvero!".
E invece no, cari miei, non mi sono ammattita: la foto è pertinente eccome, perchè quello qui sopra non è un tartufino, ma il bocciolino di una rosa-brioche...:)
Qualche giorno fa me ne andavo in giro (non navigavo, sia chiaro!) per blog. Finisco a vagabondare su quello di Kouky, e mi lascio sopraffare dalla bellezza di questo briochone a fiori.
Non avevo mai visto realizzare la forma a rosa così, e la voglia di provare a farla era tantissima.
Dovevo provarci.
Non ho usato la sua ricetta per la pasta brioche ma quella della mia brioche del buon mattino: si somigliavano molto, quindi andavo praticamente a colpo sicuro.
Di seguito la ricetta con ingredienti e dosi usate da me.




BRIOCHE IN FIORE (liberamente ispirata a Kouky)

Impasto della brioche del buon mattino, usando 12 gr di lievito fresco

per la crema al cioccolato *

250 ml di latte freddo
1 cucchiaio abbondante di fecola
3 cucchiai di zucchero
1 cucchiaio di cacao
qualche quadretto di cioccolato fondente (io ne ho messi 6)

* io ho fatto la crema, ma si risparmia notevole tempo se, anzichè la crema, si inserisce come ripieno un semplice ovetto di cioccolato fondente.


Preparazione

Preparate la crema al cioccolato mescolando tutti gli ingredienti insieme e facendo ispessire la crema al microonde (io ho sciolto tutto sul fuoco, una volta ottenuta la consistenza di una crema pasticcera ho versato il composto in una ciotola adatta al microonde ed ho cominciato ad usare quello): a calore moderato (io ho usato il penultimo livello) accendetelo ad intervalli di circa 40 secondi, togliete, mescolate la crema e riprendete. Dovrete avere una consistenza che potreste lavorare quasi con le mani (un budino molto molto denso).

Mettete in frigo e fate riposare.

Intanto preparate l'impasto della brioche come indicato qui.

Quando la crema sarà fredda lavoratela con l'aiuto di due cucchiaini e formate delle pallette grandi come delle piccole noci. Mettetele su un vassoietto con carta forno e riponetele in freezer: saranno più facili da maneggiare quando dovrete lavorare con l'impasto brioche.
Una volta che l'impasto avrà lievitato ricavate della pallette di circa 60 gr di peso: da ogni palletta ricavate un cerchio con il mattarello, fate delle incisioni ad ore 12-15-18-21, deponete al centro una pallina di crema al cioccolato e avvolgete su di essa i quattro petali del fiore.

Disponete le rose in una teglia foderata di carta forno bagnata e strizzata, spennellate la superficie con un tuorlo leggermente diluito in un poco di acqua e spolverizzate con granella di zucchero.



Lasciate lievitare per 45-50 minuti.
Accendete il forno a 200° e cuocete la brioche per 25-30 minuti.
Una volta tolta dal forno spennellatela, se vi piace, con della glassa fatta con zucchero a velo ed acqua.
nota: devo confessare che la crema al cioccolato non mi ha convinta: il sapore è simile a quello di un budino, mentre secondo me ci vuole proprio cioccolato puro.
La prossima volta farò sicuramente il ripieno con gli ovetti di fondente, o potrebbero funzionare bene anche i cioccolatini Lindor, quelli a palletta.

32 commenti:

  1. Senti, non ho parole: non so se mi incanta di più la foto della preparazione prima del forno o quella dopo...meravigliose!

    La ricetta è laboriosa ma non impossibile: geniale l'idea degli ovetti di cioccolato (ne ho ancora un mezzo sacchettino al caffè che giace abbandonato sul fondo del frigo).

    Mi sa che ci provo...ti farò sapere!

    RispondiElimina
  2. Virò:hai avuto la stessa reazione che ho avuto io quando l'ho vista in quel blog: me ne sono innamorata a prima vista.
    La preparazione a rosa era proprio quello che mi intrigava di più, ed in effetti fa un sacco scena tutto sommato con poco.
    Per gli ovetti... Sì, te li consiglio: il ripieno al cioccolato previsto è un po' troppo similbudino e all'interno di una brioche sinceramente non ce lo vedo moltissimo.
    Se ci provi certo, fammi sapere! ;)

    RispondiElimina
  3. Ma sono stupendi!!!! Certo sei proprio brava e i boccioli sono venuti bellissimi!
    Brava brava brava!!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. una creazione favolosissima, senza parole....la copio tra i miei appunti di cucina nella home del mio blog...baci

    RispondiElimina
  5. che bellezza questa presentazione!!

    RispondiElimina
  6. E' fichissima! :O
    La voglio provare!!la farò con il lievito madre,speriamo,mi ingegnerò!ma è davvero bella e mi diverte fare le roselline ^_^
    sisi,la provo

    RispondiElimina
  7. Che meravigila meravigliosa!!!
    Bravissima!

    RispondiElimina
  8. GRAZZIE PER AVERE VISITATO IL MIO BLOG. IL TUO E STUPENDO FAI DELLE GOLOSITA MERAVIGLIOSE. QYESTE ROSE SONO BELLISSIME E GOLOSE :)

    RispondiElimina
  9. meravigliosa!mi segno la ricetta kissà come era con l' ovetto prova e poi facci sapere..quando il tempo rinfrescherà un pò ci proverò pure io...baci

    RispondiElimina
  10. Crema o non crema, la tua torta è davvero bellissima. Mi preoccupa un pò la lavorazione, ma devo prendere coraggio anche io !! Bravissima !!!

    RispondiElimina
  11. bravo! ta brioche en fleur est superbe!!merci pour le gentil clin d'oeil! bises!

    RispondiElimina
  12. ma è un incanto!!! chissà che buona!

    RispondiElimina
  13. Una piccola opera d'arte!! un peccato mangiarla...anche se...dev'essere di un buooooono :)

    RispondiElimina
  14. La realizzazione delle rose è fenomenale, non avevo mai visto questo metodo.
    Bella, bella, bella questa torta di rose.

    Baci
    Alex

    RispondiElimina
  15. veramente meravigliosa! sembra sofficissima! bravaaa

    RispondiElimina
  16. Meravigliosa!!!Poi con il cioccolato....complimenti pe ril blog!!!!

    RispondiElimina
  17. Eccomi tornata dalle ferie, il portatile finalmente disponibile e la prima ricetta che trovo qual é? Queste deliziose briochine...Ma si può??? :D
    Sì che si può e inutile dirlo, le rifarò a brevissimo.
    Un bacio

    RispondiElimina
  18. Questa ricetta è gustosissima oltre ad avere una presentazione davvero bella.Complimenti!!!

    RispondiElimina
  19. wow che ricetta impegnativa!! non so se mi sarei cimentata...tu però sei stata bravissima e molto chiara nella spiegazione della formatura. Adesso però mi vado a leggere la ricetta della tua brioche del buon mattino...le ricette di brioches mi interessano sempre!

    RispondiElimina
  20. Marifra, Elena, Genny: grazie ragazze :)

    Daphne: col lievito madre secondo me viene una meraviglia. Calcola che, se usi la ricetta del panbrioche mia, non è un pane troppo grasso e pesante, quindi ti direi di usare in lievito madre circa 1/3 del peso di farina.
    Poi non so se usi un lievito liquido o solido: io ce l'ho solido, e quindi coi liquidi mi cambia poco la lavorazione, ma se il tuo fosse liquido basta che aggiungi acqua/latte gradualmente, finchè non ottieni la consistenza classica del panbrioche: morbido, setoso ma non appiccicoso.
    Dai prova! ;)

    Pagnottella, Snooky, Fiorix: grazie, è carina vero? :)

    Forchettina: non è difficile da lavorare, sai? Non ci sono pieghe o impasti molto soffici di difficile gestione. Se ti va di provare... E le rose...una volta che hai fatto la prima le altre van via veloci. ;)

    Kouky: merçi a toi pour m'avoir montré ce façonnage que je ne connaissais pas. Une merveille!

    Federica, Sara: si, in effetti non era malaccio...;)

    Alex: ma ciao e benvenuta qui. Vero che è bello questo modo di fare le rose? Quando l'ho visto me ne sono innamorata e...l'ho subito provato! :P Baci

    Leciorelle: si, è soffice e usando relativamente poco lievito si conserva anche quel paio di giorni necessari per finirla (essendo in due...).

    Sofy: grazie mille e benvenuta!

    Sabri: ma bella, bentornata dalle ferie! Tra una decina di giorni tocca a me: non vedo l'ora! Bacione

    Micol: grazie, sei molto gentile :)

    Moscerino: benvenuta anche a te. Impegnativa? No dai, non è difficile, credimi.
    E' piu' lunga a spiegarla che non a farla: dopo la prima rosellina ci prendi la mano e poi è tutta questione di aspettare le lievitazioni e la cottura. Che dici, ti ho tentata? ;)

    RispondiElimina
  21. Fantastica ricetta, la devo provare il prima possibile!

    RispondiElimina
  22. Complimenti, è un vero capolavoro!

    RispondiElimina
  23. incantevoli queste roselline! viene proprio voglia di copiartele subito!
    e di una versione salata cosa ne pensi?

    RispondiElimina
  24. No comment...sono stupefatta, proverò anch'io col LM!!

    RispondiElimina
  25. Laura: grazie :)

    Broxholm: dai provaci anche tu, non è per nulla difficile e dà una gran soddisfazione!

    Fairy, Simo: grazie ragazze :)

    Giò: ma perchè no?
    Potresti usare come riferimento un impasto del danubio, farcirlo e formarlo: sono sicura che verrebbe benissimo!

    Solidea: sì, dai!
    Io il mio l'ho messo in stand-by per un po', troppe cose da fare e non potrei seguirlo come voglio. Ma se ne hai a disposizione provaci e dicci un po' come viene! :)

    RispondiElimina
  26. per me è semplicemente stupenda!!! un bacione

    RispondiElimina
  27. meravigliosa!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  28. Fantastica questa brioche... Un fiorellino!!

    RispondiElimina
  29. che meraviglia, e che bel modo di creare il fiore, ottime le foto che ne descrivono ogni passo. Mi viene da pensare al suo odore fragante e alla sua bontà GNAMM :-P

    RispondiElimina
  30. non so come definire se non bellissimo il modo di creare, complimentissimi :)

    RispondiElimina

Se avete domande o curiosità di qualsiasi genere inerenti a quanto trovate nel blog, sono qui per rispondere più che volentieri.
Vi chiedo però la cortesia, prima di domandare, di leggere bene i post: spesso e volentieri le domande che ricevo hanno già risposta.
Se una volta letto restate con qualche dubbio...sono a completa disposizione. :)

Grazie.