OverBlog

23 marzo 2009

Un bracciale goloso...

I Bagels sono quelle buonissime ciambelle newyorkesi, arrivate originariamente dalla Germania meridionale: sono arrivate in America dagli immigrati polacchi, e qui vengono ormai vendute ad ogni angolo di strada.
Il nome deriva probabilmente dalla storpiatura del termine "bangles", ossia baccialetti. L'interno soffice e la copertura lucida e croccante sono dovuti ad una leggera bollitura, precedente al passaggio classico in forno.
Potete spolverarli con qualsiasi tipo di semino (papavero, sesamo,...) oppure con fiocchi di sale o ancora lasciarli così, naturali, come li facciamo a casa nostra.
Un'accortezza: quando realizzate il buco centrale, fatelo almeno 3 volte più largo del risultato finale che volete ottenere: si gonfiano molto già nel passaggio in acqua bollente, ed in forno la lievitazione prosegue ulteriormente.
Se non lo fate, rischiate di ottenere dei paninetti anzichè delle ciambelle-braccialetti ;).


BAGELS

Ingredienti per 12 bagels:
500 gr farina manitoba
12 gr sale fino
12 gr lievito fresco
250 ml acqua tiepida
2 cucchiaini estratto di malto d'orzo (se non lo avete potete sostituire con un miele delicato)
1 uovo di medie dimensioni, sbattuto
2 cucchiaini burro fuso o olio di semi

per la finitura:
1 cucchiaio estratto di malto (anche qui, si può usare un miele delicato, io ho usato anche un miele di melata e va benissimo)
1 bianco d'uovo per spennellare
semi di sesamo, di papavero, di cumino oppure fiocchi di cipolla o fiocchi di sale per cospargere la superficie (anche nulla se preferite)


Preparazione
Mischiate la farina ed il sale in una ciotola.
Sbriciolate il lievito nell'acqua, aggiungete il malto e girate finché si sarà sciolto tutto: unite anche l'uovo e il burro (o l'olio) e versate al centro della fontana fatta con la farina (o nella planetaria, come faccio io).
Con le mani impastate gli ingredienti procedendo in modo graduale dal centro verso l'esterno, incorporando la farina poco a poco.
Dovete ottenere un impasto morbido, ma non colloso.
Lavorate l'impasto una decina di minuti, finché sarà liscio ed elastico.
Mettetelo nella ciotola, coprite con la pellicola e fate lievitare a temperatura ambiente per 60-90 minuti.

Sgonfiate l'impasto, trasferitelo sul piano da lavoro e porzionatelo in 12 pezzi uguali.
Modellate ogni pezzo in una pallina, coprite con un canovaccio asciutto e fate riposare 5 minuti. Appiattite ciascuna pallina con il palmo della mano: infarinate il dito indice e premetelo al centro da un'estremità all'altra della ciambella per creare il buco in mezzo.

Rigirate la pasta con le mani per allargare il buco sino ad avere la forma a ciambella desiderata:


fate il buco un po' più grande della misura finale, perché tende a richiudersi.
Mettete i bagels sulla teglia infarinata, avendo cura che siano equamente distanziati.
Coprite con un canovaccio asciutto e fate riposare 15 minuti.
Accendete il forno a 200°C.
Mettete sul fuoco una pentola piena d'acqua e portate a bollore. Aggiungete l'estratto di malto, poi immergete i bagels uno alla volta, per 30 secondi per ogni lato.


Scolateli bene e metteteli su una teglia ben unta o rivestita di carta forno.
Dopo aver scolato tutti i bagels, spennellate la superficie con l'albume: lasciateli naturali, oppure decorate la superficie con semi di sesamo o altri a vostra scelta.Infornate per 20-25 minuti, finché saranno dorati e leggeri: fateli poi raffreddare su una griglia metallica.

14 commenti:

  1. fantastici i bagels è da tatno che non li faccio!

    RispondiElimina
  2. che buoni che sono...nn li ho mai fatti ma li ho mangiati spessoe mi piacciono tanto,.....mi segno la ricetta!!baci imma

    RispondiElimina
  3. Ma che buoni che sono anche se non ho mai provato a farli, complimenti perchè ti son venuti benissimo

    RispondiElimina
  4. Ma che bello il tuo blog!! Grazie mille per essere entrata nei miei lettori...non sai qnt mi fa piacere!! :-D
    Mi permette così di scoprire nuovi mondi!

    RispondiElimina
  5. mmmm che buoni, che buoni!
    brava
    ciao

    RispondiElimina
  6. Ciao Pupina,a che serve l'estratto di malto nell'acqua di bollitura?
    Baci Rita

    RispondiElimina
  7. nn li ho mai mangiati, ma sono così invitanti....:P
    un abbraccio dalla broccola Fiorella

    RispondiElimina
  8. non li ho mai fatti e non li ho mai mangiati, anzi pensavo che ci volesse uno stampo per farli, hai spiegato molto bene il procedimento resta solo provare!! grazie per la ricetta!!buona giornata!!!

    RispondiElimina
  9. ma che brava che sei stata compliemnti dei veri bagels

    RispondiElimina
  10. Questi sono fantastici....bravissimaaaaaaaa

    RispondiElimina
  11. queste ciambelline mi hanno sempre incuriosito, devo ancora avere il modo di provarle! grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
  12. Grazie a tutti per i complimenti.

    Rita: non ti so dire perchè o quale funzione abbia nello specifico. In tutte le ricette che ho trovato tra libri e Internet e che sembravano più che valide ho sempre riscontrato questo passaggio, eventualmente sostituendo il malto con miele o semplice zucchero. Forse aiuta la lievitazione durante la bollitura? Il colore della crosta a fine cottura? Non so davvero dirti, una spiegazione in merito non sono riuscita a trovarla..

    RispondiElimina
  13. Dopo il mio viaggio in America mi sono innamorata dei bagels...vorrei provarli a fare per il compleanno di mio suocero che è di New York
    intanto mi copio la ricetta
    grazie e bacioni
    fra

    RispondiElimina
  14. sono proprio belle a vedersi...figurati a mangiarle...

    RispondiElimina

Se avete domande o curiosità di qualsiasi genere inerenti a quanto trovate nel blog, sono qui per rispondere più che volentieri.
Vi chiedo però la cortesia, prima di domandare, di leggere bene i post: spesso e volentieri le domande che ricevo hanno già risposta.
Se una volta letto restate con qualche dubbio...sono a completa disposizione. :)

Grazie.