OverBlog

10 febbraio 2012

Un dolce classico che di più nin zò...

tortadellanonna 10

La torta della nonna, di quale non so ma sempre sia lodata :)
Girovagando per blog e per siti, comprando giornali, riviste e libri sugli argomenti più disparati e seguendo quelle (pochissime) trasmissioni di cucina che mi interessano, gli spunti per provare ricette nuove o per realizzare torte mai fatte sono innumerevoli.
Io ho una lista di ricette che prima o poi voglio fare lunga come la Divina Commedia, e nemmeno ho spulciato davvero tutti i 200 libri di cucina che ho.
In più c'è anche la voglia di poter condividere qui eventuali grandi scoperte, la ricetta che dovete-fare-assolutamente-è-troppo-buona... Tutte queste concause fanno sì che raramente mi metta a rifare preparazioni che ormai conosco bene, pur amandole alla follia.
Non so cosa abbia fatto scattare in me questa molla, fatto sta che qualche giorno fa mi è venuta una improvvisa voglia di torta della nonna: una cosa che più classica non si può...
Ho anche elaborato una mia personalissima teoria sul nome che le hanno affibbiato.
Si sa che la dicitura "della nonna" ha sempre almeno un paio di richiami nella nostra mente: prodotti buoni, genuini e della tradizione.
Come è possibile resistere a tale canto delle sirene culinario?
Sicuramente molti di voi hanno la loro versione di questo dolce, che si può variare leggermente qui e là col tipo di crema pasticcera usata, con frolle più o meno dolci... Fate come credete ma ogni tanto fatela: è davvero un piacere addentarla :)

tortadellanonna 6

TORTA DELLA NONNA CON CREMA E PINOLI

Ingredienti per uno stampo da 26 cm di diametro

per la frolla
250 gr di farina 00
80 gr di zucchero
125 gr di burro
2 tuorli
scorza di 1 limone
pizzico di sale
acqua se serve

per la crema pasticcera (presa qui)
200 gr di panna
300 gr di latte
semi di mezza bacca di vaniglia e/o scorza di 1 limone
2 uova intere
40 gr di farina
150 gr di zucchero

per finire
80-100 gr di pinoli
zucchero a velo


Preparazione


Preparare per prima la crema pasticcera.
In un padellino mettere latte e panna (e scorza di limone e/o bacca di vaniglia) a scaldare, mentre in una ciotola a parte mescolerete le uova con lo zucchero e la farina.
Quando latte e panna saranno ben caldi versarli poco a poco sulle uova, mescolando bene: versare il tutto nuovamente nel pentolino e portare a cottura la crema.
Mettere in una ciotola, coprire con pellicola a pelle (cioè direttamente a contatto della crema, così che non si formi la crosticina superficiale) e mettere in frigo a raffreddare.
Per la frolla mettere farina, zucchero, sale, scorza di limone e burro a tocchetti nel robot da cucina ed azionare fino ad avere le caratteristiche briciole.

Aggiungere i tuorli ed amalgamare: se il composto risultasse troppo asciutto aggiungere 1-2 cucchiai di acqua.
Stendere la frolla, foderarci uno stampo da crostata da 26 cm di diametro e mettere in frigo a riposare.
Accendere il forno a 175-180°.
Prelevare la frolla dal frigo, bucherellare il fondo coi rebbi della forchetta, versare la crema pasticcera, livellare, aggiungere i pinoli qui e là sulla superficie del dolce ed infornare.
Cuocere a metà altezza per i primi 20-25 minuti, poi finire la cottura sul ripiano più basso del forno, così che la frolla cuocia bene anche sotto.
Far raffreddare il dolce, lasciarlo qualche ora in frigo e servire spolverizzato con poco zucchero a velo.

28 commenti:

  1. Ora ti stupiro' mai fatta e credo neanche mai assaggiata !! ma che testa ho ?!?!?!??!?
    Copio la tua e mi fido ciecamente, ti faro' sapere come mi è venuta !!

    Buon week end

    RispondiElimina
  2. Io la trovo deliziosa. La chiamano della nonna ma certo mia nonna non si sarebbe mai lanciata in un dolce come questo...troppo "elaborato" per lei...era più da crostate, e come friggeva lei mai più :)

    RispondiElimina
  3. Classica...e perfetta! Meravigliosa torta della nonna!

    RispondiElimina
  4. Classico si ma ogni volta riproposto con attenzione e amore in questo modo è ogni volta un dolce nuovo da riassaporare :)
    Un abbracio

    RispondiElimina
  5. la condanna delle foodblogger, sempre ricette nuove e non c'è più il tempo per quelle collaudate e buonissime come questa! ma per me è una novità, credo di non averla mai fatta (anche se mangiata sì...), ci credi? :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma più che condanna io ho voglia di fare cose che non conosco, non tanto per pubblicarle qui -quello è il meno- ma proprio per mia curiosità :) Dovrei avere 4 stomaci come le mucche, così potrei fare 4 volte più velocemente tutto ciò che voglio :D

      Elimina
  6. Fatico molto a trovarne una versione che mi soddisfi, per cui la tua viene subito salvata e verrà provata quanto prima :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quasi non ti riconoscevo sotto "reali spoglie" :D

      Elimina
  7. Anche io non ho ancora trovato una ricetta che da 10 e lode, il gusto era sempre ottimo ma la farcia non aveva mai la consistenza che volevo, proverò la tua! :)

    RispondiElimina
  8. Felice che tu abbia pensato di rifarla! Adoro questo dolce ma non sono mai riuscita a trovare la ricetta giusta... proverò la tua! grazie

    RispondiElimina
  9. Ciao, anche io ho pubblicato una ricetta di torta della nonna la crema è la stessa anche io faccio quella di Paoletta, metto la maizena però al posto della farina.
    Proverò anche la tua versione senza ricoprirla con l'altro disco di frolla sopra.
    Complimenti per le foto sono deliziose come sempre.

    RispondiElimina
  10. Sai che non l'ho mai mangiata? È ora che mi aggiorni ;-)

    RispondiElimina
  11. Un grande classico...:) Molto buono, ma finiamo sempre per sperimentare e provare ricette nuove! Devo rifarla! Buona serata!

    RispondiElimina
  12. sarà anche un classico, se vogliamo banale (anche se un dolce non è mai banale), ma per farla a regola d'arte ci vuole studio ed esperienza: la tua ha tutta l'aria di essere una torta della nonna con i fiocchi!

    RispondiElimina
  13. ma quant'è buona la torta della nonna??? è una vera torta confortante.. crema e frolla e poi i pinoli... mm che buona! bella anche la ricetta della crema!

    RispondiElimina
  14. Allora io non so di che nonna sia questa, ma ti dirò che la mia, di nonna al posto della frolla metteva il biscotto secco frantumato e legato con un poco di burro fuso e un uovo. Il resto preciso preciso. Ed è sempre buona e confortante. Ciao compagna di giochi...:))

    RispondiElimina
  15. buona!!! è uno dei miei dolci preferiti anche se la mia versione ha la pasta frolla anche sopra, a copertura. Con i pinoli "qua e la" ovviamente!

    RispondiElimina
  16. adorabile davvero, una di quei dolci di cui nonb ci si stanca mai!e che bellissime foto!

    RispondiElimina
  17. anch'io ho una lista di ricette da fare lunga chilometri e chilometri e, spinta dalla voglia di provare sempre cose nuove, non capita spesso di rifare piatti anche se amati molto (salvo su richiesta ;-) )...però ogni tanto la lista può anche essere messa da parte se la ricetta è buona come questa!!!!deliziosa!!!!

    RispondiElimina
  18. buoooona....questa me la scrivo...ciao katia

    RispondiElimina
  19. E' in assoluto una delle mie torte preferite alla quale associo dolcissimi ricordi.
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  20. Mi fai venire voglia di andare in cucina a prepararla!
    Però non credo di usare quella ricetta di crema pasticcera, l'ho fatta una volta perchè Cansado ne tesseva grandi lodi ma a me è risultata un po' pesante.

    RispondiElimina
  21. Questa e' la classica torta della nonna,buona che sa di coccola e perfetta sempre.
    La tua e' un capolavoro.
    Un abbraccio e buona serata cara.

    RispondiElimina
  22. Un classico sempre perfetto da presentare! La semplicità e i profumi della nonna in cucina sono sempre i migliori..bravissima!

    RispondiElimina
  23. sì, questa la addenterei decisamente anche io. Ora si tratta solo di copiare questa meraviglia e sperare che venga altrettanto bene a me!

    RispondiElimina
  24. Queste foto sono bellissime, mi fanno voler mangiare la torta adesso! complimenti!
    Giulia

    RispondiElimina

Se avete domande o curiosità di qualsiasi genere inerenti a quanto trovate nel blog, sono qui per rispondere più che volentieri.
Vi chiedo però la cortesia, prima di domandare, di leggere bene i post: spesso e volentieri le domande che ricevo hanno già risposta.
Se una volta letto restate con qualche dubbio...sono a completa disposizione. :)

Grazie.