OverBlog

7 luglio 2011

Le polpette che rischiarono di non esser mai pubblicate...

polpette 010

Scena a casa mia.
Ore 14.00, colazione fatta alle 7.15.
Una cucina da far spavento, una fame da lupi.
Davanti a me il set allestito per scattare le foto a queste polpette, un meraviglioso profumo di fritto si spande per la casa, lo stomaco fa più rumore di un vecchio trattore...
Di solito, prima di spazzolarmi quanto fotografo per il blog (avendo io estrema fiducia nelle mie potenzialità e capacità fotografiche), controllo che le foto siano decenti e poi mangio.
Stavolta non ce l'ho fatta.
Il richiamo della pancia ha prevalso, ho ceduto, sono crollata come un soufflé mal fatto...senza vergogna: la fame mi ha accecata e mi sono sbafata le polpette senza aver ancora visto le foto scattate.
Ho avuto una fortuna sfacciata che fossero decenti, ma avete rischiato grosso, è giusto farvelo sapere ;P.
Polpettine semplicissime, per quanto mi riguarda da considerare del riciclo visto che si fanno con gli avanzi del pollo arrosto.
A casa mia il pollo arrosto avanza sempre perché ne preparo appositamente più del necessario, sia perché ho due gatti che vanno giù di testa per il pollo arrosto, sia perché è una di quelle cose che è buona anche il giorno dopo, ed in estate è fantastico infilato in un' insalatona mista senza dover più accendere forno o fuochi.
Certo, qui i fuochi si accendono, ma via... io non friggo quasi mai, una tantum ci sta, anche se fa caldo ;).


polpette 007

POLPETTE DI POLLO DEL RICICLO

Ingredienti per circa 20 crocchettine

300 gr di pollo arrosto avanzato (cotto con erbe aromatiche come timo, rosmarino, salvia, maggiorana,...nel mio caso avanzavo dei fusi)
30 gr di emmental a dadini
1 uovo
1 cipollotto
3-4 cucchiaini da caffè di pangrattato
sale, pepe

per panare e friggere

farina
1 uovo
pangrattato
olio di arachidi

polpette 009

Preparazione

Prelevate la pola del pollo dalla carcassa e frullatela in un robot da cucina con la parte bianca del cipollotto (tenete quella verde), col formaggio ed il pepe. Regolate di sale se serve, poi aggiungete anche l'uovo e frullate. Regolate di pangrattato, fino ad avere un composto morbido e che resti insieme se pressato.
A questo punto aggiungete la parte verde del cipollotto, affettata sottilmente a coltello.
Fate delle palline delle dimensioni di una noce, poi mettetele in frigo una mezz'oretta a riposare.
Mettete sul fuoco un padellino con abbondante olio per friggere, intanto panate le polpette, passandole prima nella farina, eliminandone l'eccesso, poi nell'uovo ed infine nel pangrattato.
Portare l'olio a 170° e friggere.
Scolare, lasciar riposare qualche minuto su carta da cucina e servire con qualche salsina (allo yogurt, oppure dei semplici ketchup o maionese) ed insalatona.

polpette 006

Una cosina ancora.
Infilo al volo una pseudo recensione (quando lo avrò finito ne farò una come si deve da mettere nella rubrica "Letto, fatto!") a proposito di un libro che ho iniziato a leggere da poco.
Qualche settimana fa mi sono regalata il libro "Plate to Pixel", un libro sulla food photography di Helène Dujardin (dai che molti di voi la conoscono, la Tartelletta :D)



Per il momento lo trovate solo in inglese, ma per chi di voi lo mastica, anche solo un po', penso potrebbe essere di semplice comprensione.
Queste sono le prime foto scattate da quando lo leggo, e non so se la mia sia solo soggezione ma trovo che la luce sia molto più morbida delle mie foto precedenti. Che stia già imparando qualcosa?
Se è un argomento che vi interessa ve lo straconsiglio (in barba all'italiano :P). Io l'ho acquistato su Amazon (.uk, non .com!) : in una settimana mi è arrivato e tra libro e costi di spedizione ho speso circa 24 euro.

31 commenti:

  1. Io friggo più in estate che d'inverno. Un pò perchè faccio molte più cenette e aperitivi e i frittini ci stanno un amore e un pò perchè mi pesa meno dover lavare i capelli!!

    RispondiElimina
  2. Direi che le foto ti sono venute piuttosto bene anche senza controllarle...e davanti a delle polpette cosi' ti credo che tu non abbia resistito =)

    RispondiElimina
  3. W i rimpasti degli avanzi, w le cose che si 'buttano' ma solo in pancia, w la luce morbida e w te!

    RispondiElimina
  4. Dora: io potrei anche vivere di fritto (quello di pesce e verdure poi...), è che mi straccia talmente l'odore dell'olio e la puzza che mi si attacca addosso che proprio è un evento rarissimo in cucina. Se fosse per la mia indegna golosità avrei le arterie occluse da fritto misto et similia :D

    Giada: il classico colpo di chiappa :)

    Reb: qua 'n se butta via Gnente, altroché :D :*

    RispondiElimina
  5. A me le foto vengono una schifezza anche se le controllo 20 volte !!!
    e pure le polpette a dire i vero non mi vengono mai così belle rotonde :-(

    RispondiElimina
  6. Mascia: mentre le preparo non vengono così bene neppure a me. Le posso rifinire solo una volta panate: le rotolo nel pangrattato e una volta che è aderito per bene le rifino per bene prima di tuffarle nell'olio bollente :)

    RispondiElimina
  7. Le foto sono molto belle, complimenti. Le polpette, se fossi stata Io nella tua cucina, non saresti riuscita a fotografarle...le avrei pappate prima! Ne vorrei una vagonata anche ora...slurpp! Brava!
    A presto
    p.s. anche il mio gatto adorava il pollo arrosto :-)

    RispondiElimina
  8. le foto sono venute proprio bene e anche le polpette veramente goduriose!!!!!!!!
    Complimenti

    RispondiElimina
  9. Motivo per cui le mie foto non sono mai decenti, mica mi posso perdere dietro a una macchina fotografica mentre il piatto di raffredda!!!! ;P

    RispondiElimina
  10. io friggo davvero raramente.. ma devo dire che i fritti sono troppo buoni e goduriosi.. come queste polpettine.. la fame acceca anche me a volte non credere!! ahaha eh oh quando arriva arriva! però mi sembra tutto ok!! foto davvero belle che rendono giustizia alla ricetta!! ^_^

    RispondiElimina
  11. Immagino divorati , vero ? io avrei fatto lo stesso!

    RispondiElimina
  12. Rosalba: i gatti la sanno sempre lunga :)

    Angie: grazie :)

    ELel: ma infatti! Qui mica siamo profeScional, siamo ancora a livello "cucino prima di tutto per mangiare" e non "cucino per fotografare poi se va bene mangio anche" ;)

    Debora: io friggo poco per pigrizia ed odio di tutta la fase preparatoria. Se avessi in casa qualcuno che lo fa per me sarebbe una tragedia! :)))

    Mary: eh sì...Sarà stata la fame assassina ma le ho trovate veramente deliziose ;)

    RispondiElimina
  13. che buoneeeeeeee!! una tira l'altra...

    RispondiElimina
  14. Vedo che non sono l'unica ad aver fritto anche con questo caldo!!! Ottime queste polettine ed un ottima idea per riciclare il pollo arrosto!!! Un bacione e buona giornata!!

    RispondiElimina
  15. Sara, credimi, appena ho visto la foto delle polpette ho pensato che fosse una delle più belle viste qui da te! e non avevo ancora letto il pooooost! dunque direi che sì, io ce li vedo già i progressi, considerato anche che tu eri decisamente a buon punto, ora le tue foto saranno ancor più strepitose!
    Io l'inglese un po' lo mastico, il mio compleanno si avvicina... farò in modo che un uccellino sussurri nelle orecchie dei miei cari proprio quel titolo! :)
    un bacio!!

    RispondiElimina
  16. Direi che viste le tue foto...potresti farle anche ad occhi chiusi e sarebbero perfetto in ogni caso!!!! Bravissima e le polpettine...beh...da divorare!

    RispondiElimina
  17. ho fame. punto.
    accidentaccio alla mia magrissima insalata di orzo coi pomodori!!!! sgrunt!

    RispondiElimina
  18. Anche a noi non piace molto friggere, ma ci viene più facile in estate perchè in casa si possono aprire le finestre e far uscire gli odori ed è un'altrernativa al forno!!
    ottime e sfiziose le tuo crocchette! non le abbiamo mai fatte di carne ma vengono rporpio bene!!!
    bacioni

    RispondiElimina
  19. Eccezionali queste polpettine, le dovrei preparare assolutamente, anche per la gioia di Luca che lo so che ci stravederebbe! Intanto me le segno, ottima la scelta della carne di pollo, anche per cambiare, difficile che prepariamo polpette con carni bianche.
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  20. mi hai incuriosito un sacco su questo libro. ora lo cerco anche io in rete!
    sere

    RispondiElimina
  21. Semplicemente deliziose! ;-D

    RispondiElimina
  22. HAHAHAHAHAHA IMMAGINO LA SCENA CARA!!!!! LA FAME HA PREVALSO, MA LE FOTO FORTUNATAMENTE SONO SPLENDIDE!!!!! :)

    RispondiElimina
  23. Sicuro che queste foto sono favolose (fanno venire una fame!!!) ma anche il crumble qui sotto non scherza :))

    Personalmente non so come tu abbia fatto a fare le foto...io mi sarei sgonfiata moooooolto prima e le avrei mangiate tutte in dieci secondi...le polpette mi fanno impazzire e quando parto non smetto più!

    RispondiElimina
  24. anche io voglio quel libro!!! Non importa se è in inglese, dev'essere una bomba di consigli. E le tue foto sono davvero belle, la luce è davvero ottima. Per quanto riguarda le polpette, che tu non abbia resistito a mangiarle è segno che fossero davvero buonerrime, no?

    RispondiElimina
  25. Non preoccuparti, impossibile non capirti! Come si potrebbe mai resistere a queste polpettine?! E poi, comunque, le foto sono riuscite benissimo!

    RispondiElimina
  26. Davvero squisite una tira l'altra.
    La presentazione molto bella.
    Un bacione

    RispondiElimina
  27. Sicuramente con i prossimi avanzi di pollo saprò cosa fare!! grazie per l'idea ; ))

    RispondiElimina
  28. Mi hai fatto proprio venir voglia di comprare questo libro, di cui avevo già sentito parlare. Le tue crocchette fan venire una voglia! Foto, come sempre,bellissime!!

    RispondiElimina
  29. Non ce la farò mai a rispondere a tutti ragazzi, ma grazie davvero! Siete sempre gentilissimi :)
    Un bacione e buona settimana (caldo permettendo ^__^)

    RispondiElimina
  30. Meno male che ci è andata bene perchè queste polpettine sono fantastiche!!!!

    RispondiElimina
  31. Ah beh, ma queste sono proprio fantastiche!!!!!! Bravissima, Sarah!

    RispondiElimina

Se avete domande o curiosità di qualsiasi genere inerenti a quanto trovate nel blog, sono qui per rispondere più che volentieri.
Vi chiedo però la cortesia, prima di domandare, di leggere bene i post: spesso e volentieri le domande che ricevo hanno già risposta.
Se una volta letto restate con qualche dubbio...sono a completa disposizione. :)

Grazie.