OverBlog

27 dicembre 2010

Hokey pokey!

prove 001editededited

Ben trovati a tutti!
Spero abbiate passato un meraviglioso Natale.
Nel mio caso, quest'anno, il pranzo di Natale l'ho passato al ristorante, ed è andata benissimo!
Anzi, colgo proprio l'occasione per segnalarvi il ristorante, meraviglioso e con un'ottima cucina.
Ci ero già stata alcune volte coi miei genitori, ormai diversi anni fa, perciò prima di parlarvene ho aspettato di vedere se il livello fosse ancora quello: in effetti merita.
Il posto è a Como ed è il Ristorante Navedano: è gestito dalla stessa famiglia, ormai giunta alla 4a generazione, da ben 114 anni.
E' strano perché la strada per arrivarci non è davvero granché, e non ci si aspetta di ritrovarsi di lì a poco in un ristorante simile.
Non è certo una pizzeria/trattoria, quindi anche i prezzi sono un po' più elevati: noi per il pranzo di Natale abbiamo speso 150 euro a persona, ma ovviamente c'è il solito ricarico dovuto all'occasione.
Durante l'anno, per una cena qualsiasi, dovrebbero aggirarsi sui 60-70 euro a persona, bevande escluse.
Abbiamo mangiato divinamente, il locale era addobbato il maniera splendida, sembrava di essere in un posto incantato.
Davvero bello.
Se aveste occasione e possibilità di andarci, durante un giro a Como, ve lo consiglio caldamente.

RISTORANTE NAVEDANO
Via G. Velzi
22100 Como
tel: +39 031 31 30 80 80
(chiuso il martedì, il mercoledì a pranzo)

Ed ora veniamo alla ricetta ;).
Quest'anno per un motivo o per l'altro mi sono ritrovata a pensare ai regali da fare agli amici solo all'ultimo momento, nella crisi di panico più nera e totale.
La morsa della iella non ci ha risparmiati fino all'ultimo, in questo 2010 maledetto, ma per fortuna alla fine pare che tutto si stia risolvendo (ed è questo che conta).
Però ecco...diciamo che biscotti e regalini non rientravano tra i miei pensieri ricorrenti.
Alla fine mi è tornata alla mente una preparazione di Nigella Lawson, nota per i piatti, oltre che spesso caloricissimi, anche piuttosto veloci.
E' il caso di questi dolcetti/caramelline/non-so-come-definirli: velocissimi ed anche piuttosto buffi da fare.
Lei li chiama Hokey Pokey, ma ho trovato in rete ricette simili (che dovrebbero avere origine australiana), fatte col miele, chiamati Honeycomb : in italiano honeycomb significa favo, ed in effetti realizzandoli si capisce perché abbiano pensato proprio a quello. Prima di tutto si usa il miele, e poi durante la preparazione, all'aggiunta di bicarbonato, il composto si gonfia tutto come una spuma, e si riempie di bollicine che lo fanno somigliare proprio ad un favo.
Una volta freddo di spezzetta semplicemente in piccoli tocchetti, da spiluccare.
Io ne ho realizzato un po', spezzettato, incartato e regalato: molto semplice.

NdA: alla fine della ricetta vi trascrivo anche quella degli Honeycomb di Donna Hay: ho comprato per Natale il suo libro "Non ho tempo per cucinare" e guarda caso all'interno ho trovato proprio la preparazione di questi dolcetti ;). Essendo fatti proprio col miele magari per quelli tra voi che hanno difficoltà a reperire il golden syrup è più adatta. Specifico solo che non l'ho ancora provata.

proveeditededited

HOKEY POKEY

Ingredienti per circa 15 pezzetti
100 gr di zucchero
60 gr di golden syrup
1 cucchiaino raso di bicarbonato


Preparazione

Mettete golden syrup e zucchero in un pentolino, accendete a fiamma bassa e mescolate un po', giusto il tempo di far sciogliere lo zucchero e rendere omogeneo il composto con lo sciroppo.
Non mescolate più, alzate la fiamma e quando arriva a bollore lasciate andare un minuto.
A quel punto levate dal fuoco, rovesciate dentro il bicarbonato tutto d'un colpo e mescolate subito con un cucchiaio di legno.
Inizierà a formarsi una schiuma ed il composto aumenterà di volume.
Appena dissolto completamente il bicarbonato rovesciate su carta forno il composto, non toccatelo né fatevi tentare dall'idea di leccare il cucchiaio di legno perché l'impasto  incandescente.
Lasciate stare il composto per un'oretta o finché sarà completamente freddo ed ormai indurito.
Spezzettate con le mani della misura che preferite, incartate e regalate, oppure limitatevi a spezzettare e spiluccare ;).


Ricetta degli Honeycomb di Donna Hay

220 gr di zucchero
80 ml di miele
60 gr di burro
2 cucchiaini di bicarbonato
[si mettono zucchero, miele e burro nel pentolino, si porta a bollore e fa cuocere 2 minuti o finché il composto diventa di un bel colore dorato, si leva dal fuoco, si aggiunge il bicarbonato, si mescola e rovescia su una teglia da 20 cm di diametro, foderata di carta forno, a raffreddare.]

6 commenti:

  1. Ma che dolcetti semplici e veloci! Non li conoscevo!
    Un bacione e buon anno!
    Stefania

    RispondiElimina
  2. Stefania, un bacio e buon anno a te :)

    RispondiElimina
  3. Ho visto questi dolcetti in un altro blog e mi ero proposta di farli, devono essere deliziosi...

    RispondiElimina
  4. ottimi questi dolcetti!
    i libri di Donna Hay sono davvero un regalo prezioso!
    Buone Feste!

    RispondiElimina
  5. Sembra ottima! la proverò di sicuro!

    RispondiElimina
  6. Avevamo sentito parlare di questi dolcetti, ma ne ignoravamo completamente la ricetta, fatto sta che ci ispira e ancora di più ci incuriosisce!
    Bacioni ed i nostri più cari auguri per un felice 2011
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina

Se avete domande o curiosità di qualsiasi genere inerenti a quanto trovate nel blog, sono qui per rispondere più che volentieri.
Vi chiedo però la cortesia, prima di domandare, di leggere bene i post: spesso e volentieri le domande che ricevo hanno già risposta.
Se una volta letto restate con qualche dubbio...sono a completa disposizione. :)

Grazie.