OverBlog

16 ottobre 2009

World Bread Day: e chi se lo perde?!

ingredienti

Il mio primo WBD (giornata mondiale del pane): proprio non potevo farmelo sfuggire!
E' la prima volta che ho l'occasione di partecipare a questa splendida iniziativa lanciata da Zorra e volevo farlo con una ricetta che per me fosse speciale, quella che per prima mi ha dato soddisfazione nel realizzare il pane fatto in casa.
La pagnotta di questa ricetta è un semplicissimo pane bianco comune. E' il pane che faccio quando mi ritrovo proprio senza, e voglio avere qualcosa di buono in tempi accettabili.
Per arricchire quello che normalmente sarebbe un banalissimo pane bianco mi piace miscelare all'interno diversi semi e fiocchi: questi danno un sapore decisamente più interessante al pane, senza contare che sono piacevolmente croccanti ed hanno anche caratteristiche nutrizionali da non sottovalutare:
Fiocchi d'avena integrale
Semi di lino
Fiocchi di soia
Semi di zucca
Fiocchi di spelta [info tratte dal sito Tibiona]. Il farro è un'antenato dell'attuale frumento e si distigue in tre varietà principali: Spelta, Dicoccum e Monococcum, più altre sotto varietà meno comuni. Mentre il Dicoccum è un farro molto simile al grano duro, lo Spelta e il Monococcum assomigliano invece al grano tenero. Il farro, rispetto al frumento, è molto meno produttivo e viene raccolto ancora rivestito da una cuticola, la quale dev'essere allontanata per consentirne il consumo.
Da un punto di vista nutrizionale, il farro contiene molte vitamine (A, E, C e del gruppo B) nonché sali minerali (magnesio, ferro, calcio) e zinco. Il magnesio, presente in misura elevata, facilita l'utilizzazione dell'insulina e migliora l'attività contrattile dei muscoli, evitando così la comparsa dei crampi (molto utile agli sportivi).
Semi di sesamo

E' in assoluto uno dei pani più buoni al mondo tostato per la colazione, accompagnato da confetture o miele a piacere.

fette1

PANE BIANCO COMUNE CON FIOCCHI E SEMI

Ingredienti per una pagnottella (per una pagnotta bella grande raddoppiate le dosi)

350 gr di farina 0
210 gr di acqua
14 gr di lievito di birra
6 gr di sale
1 cucchiaio di semi di sesamo
1 cucchiaio di semi di lino
1 cucchiaio di semi di zucca
1 cucchiaio di fiocchi di spelta
1 cucchiaio di fiocchi d'avena integrali
1 cucchiaio di fiocchi di soia
1 cucchiaino di farina maltata (oppure di malto, oppure se non avete nè uno nè l'altro mettete un cucchiaino di zucchero)


Preparazione

Nella ciotola dell'impastatrice mettete tutti gli ingredienti secchi (meno il sale). Aggiungete l'acqua in cui avrete sciolto il lievito ed impastate: quando la farina sarà stata inglobata nell'impasto aggiungete il sale. Fate impastare una decina di minuti, poi coprite e lasciate lievitare fino al raddoppio (nel mio caso 1 ora e 30 minuti circa).
A questo punto prendete l'impasto, sgonfiatelo ed allungatelo ottenendo un rettangolo: ripiegate il rettangolo verso il centro, come fosse un portafoglio da chiudere (per intenderci la 1a piegatura indicata qui). Arrotolate tutto e rifate una pallotta.
Copritela e lasciate lievitare nuovamente fin quasi al raddoppio (la lievitazione non deve avvenire completamente fuori dal forno: deve iniziare per poi finire nel forno): a questo punto incidetela con un coltellino affilato.

Collage pane

Infornate a 220° a metà altezza e cuocete per circa 30 minuti. Il pane sarà cotto se, battendolo sul fondo, farà un suono vuoto.

cotto

32 commenti:

  1. Ma grassie :)
    E' il mio pane del cuore, il primo che sia uscito non solo commestibile, ma proprio buono.
    Poi vado matta per fiocchi e semini, e tostato è una vera libidine...
    Mi sa che stasera tazzona di latte caldo e pane burro e marmellata: quale maniera migliore per onorare questa "panosa" giornata? :)))

    RispondiElimina
  2. Ecco: era proprio la ricetta che mi mancava!

    Ho comprato da tempo il Kenwood proprio con l'idea del pane ed in realtà lo sto usando per tutto tranne che per quello.

    Ho sperimentato diversi impasti ma nessuno mi ha soddisfatto: questo mi pare l'ideale, semplice ed intrigante...ti farò sapere!

    RispondiElimina
  3. Ciao Sarah. Questo è un pane ricchissimo. Purtroppo si è un pò persa l'abitudine di usare anche i semi in cucina (che come ricordi tu sono ricchissimi di principi nutrienti). E' un vero peccato. Ma per fortuna ci sono ricette come la tua che ricordano che esistono, e magari incuriosisce così tanto che porta a provare e ad assaggiare !!

    RispondiElimina
  4. siiii mi piace così pieno di semini diversi! Sai che sono spiazzata, quando ho comprato i semi di lino io erano piccolini, tondi e marroni (come sei semi di sesamo un po' piu' grandi e più tondeggianti)..dalla foto i tuoi sembrabnop più similio ai semi di zucca, vero? Esteticamente sono molto più belli, ed infatti i miei li ho usati pochissime volte, ma il mistero è fitto!
    Un bellissimo pane, viva il WBD!

    RispondiElimina
  5. Virò: facile è facile.
    Occhio a non farti prendere la mano coi semini: se se ne mettono troppo l'impasto si appesantisce e fatica a lievitare. Già coi miei le dosi sono al limite (ed io ne metteri il triplo di semini tanto mi piacciono!).

    Forchettina: verissimo. Io stessa fino a quando non ho cominiciato a panificare per conto mio rifuggivo i pani coi semini, chissà perchè poi.
    Ora invece li uso anche nelle insalate, pensa un po' :)

    Cib: in effetti i miei sono più simili ai semi di zucca, anche se più piccini e più bombati.. Chissà se sono due varietà diverse o se te li hanno spacciati per semi di zucca e invece sono semi di qualcos'altro?
    Da come me li descrivi non mi dicono nulla però... Mistero davvero! :)

    RispondiElimina
  6. troppo bello questo pane!! bravissimissima!!! :-)))

    RispondiElimina
  7. wow è davvero meraviglioso! e poi tutti quei semini e fiocchio lo rendono davvero irresistibile!
    Un bacione e buon fine settimana
    fra

    RispondiElimina
  8. io divento matta per fiocchi e semini..a volte esagero un pochino infatti..questo pane invece è equilibratissimo!

    RispondiElimina
  9. ma che bel pane... Ci si possono mettere tutti i semi che si vogliono?
    Devo andare a comprare i fiocchi.. a casa ho solo il muesli!

    Complimentoni!

    RispondiElimina
  10. Tutti a seminare pane! E stupendo e la foto introduttiva mi affascina!

    RispondiElimina
  11. Davvero bello il tuo pane con i semi, rustico e affascinante!

    RispondiElimina
  12. Ma che meraviglia tostato con il miele deve seere una delizia !

    RispondiElimina
  13. deve essere non buono....di più!!!
    per la raccolta,ti capisco,pensa che mi sono ritrovata senza un grammo di lievito e pur di aprtecipare ho fatto il pane azzimo!!!per me pane vuol dire nutrimento allo stato puro..non potevo mancare!!
    ciao
    ti copio la ricetta,eh??

    RispondiElimina
  14. è meraviglioso! complimenti davveri!
    buona giornata e buon w.e.

    RispondiElimina
  15. Che bellissima alveolatura, sembra proprio l'ideale per accogliere marmellate gustose, e poi quella crosticina e quei semini danno il giusto tocco di croccante per esaltare il gioco dei contrasti.
    Io mi limito a osservare tutto questo con occhi adoranti, non sono attrezzato per panificare e non ho neseuna esperienza ma intanto mi documento.
    Una curiosità, la farina 0 che segnali è una farina normale o una specifica per il pane?
    http://lacaloriasolitaria.blogspot.com/

    RispondiElimina
  16. Laura, Fra: grazie ragazze, buon weekend! :)

    Giò: ehm... anch'io esagero coi semini, tant'è vero che la prima volta che l'ho fatto mettendoli ne avevo inseriti così tanti che il pane è rimasto duro come un sasso e non lievitava mai! Queste dosi sono il limite, infatti nonostante il lievito non sia poco cresce poco. E' il "punto di non ritorno" dei semini ;P

    Ska: io ci metto i semini che preferisco (che sono più o meno quelli della ricetta), ma nulla vieta di aggiungere quelli di papavero, sesamo nero, nigella,...Quelli che vuoi, basta non esagerare per evitare di appesantire troppo il pane ed "impedirgli" di lievitare bene.

    dada:non potevo proprio esimermi visto quanto mi piace il pane! ;)

    Tania: me lo fai diventare tutto rosso :)

    natalia: secondo me tostato per colazione, con miele o confettura, è veramente uno dei più buoni che ci siano :)

    Dauly: se non avessi avuto il lievito in casa avrei fatto anch'io il pane azzimo, pur di partecipare! :)

    Betty: grazie mille: buon weekend anche a te! ;)

    Asa_Ashel: se ti piace questo pane non necessita per forza di attrezzini particolari per realizzarlo. Basta olio di gomito nell'impastare, nient'altro: io ormai sono "viziata" e tendo ad impastare anche questo con la planetaria, ma questo pane semplice è davvero fattibile a mano.
    E' anche questo uno dei motivi per cui l'ho scelto: volevo fare un pane semplice, senza tanti lavorii, un po' come lo facevano le nonne. Cosa c'è di più semplice e magico del pane? :)
    Per quanto riguarda invece la farina è una comunissima 0 che trovi al supermercato.

    RispondiElimina
  17. veramente bellissimo, e chissà che buono con tutti quei semi, complimenti!

    RispondiElimina
  18. Sarah, ma anche i fiocchi d'avena li hai comprati su Tibiona? Perchè non li vedo quelli integrali...e i semi di lino neri o dorati? Volevo ordinare qualcosa ma preferisco essere sicura...certo alcune le cose le trovo anche nell'erboristeria qui vicino a me ma mi sembra che i prezzi anche con la spedizione siano convenienti. :o)

    RispondiElimina
  19. Francesca: grazie ;)

    Fla: in verità da Tibiona non ho comprato nulla di ciò che vedi in foto ;) Sono tutti sacchettini di semi e fiocchi comprati in Svizzera, ma molti si trovano anche in Italia, da Tibiona come hai visto ci sono diverse cosine.
    Se pensi di prendere qualcosa da loro ti consiglio anche la farina Manitoba (tutto un altro livello rispetto a quella del super)... I loro prezzi non sono affatto male, io compro spessissimo le farine, ma il resto riesco a trovarlo a buon prezzo in Svizzera :)

    RispondiElimina
  20. Eh, immagino...quando sono andata in alto adige ho fatto scorta di farine e semi meravigliosi ma a questo punto sono finiti...ok, seguirò il tuo consiglio :o)

    RispondiElimina
  21. Se capito giù (e prima o poi vorrei anche riuscirci) magari ti porto qualcosa io da qui. Se caso ricordamelo, che son già sbadata per conto mio :)

    RispondiElimina
  22. Ma grazie! Certo, se vieni giù avrai parecchie persone da vedere ma mi piacerebbe avervi a cena :D

    RispondiElimina
  23. Sarah che bella questa pagnottella!Spero di provarla al più presto.
    Un bacio
    Rita

    RispondiElimina
  24. ma che bello, siamo in tantissimi a parteciparee :)) è una bellissima raccolta questa! una creazione stupenda da parte di Zorra che, peraltro, non conosocevo!

    Cbhe bello il tuo pane, mi dici come sono i semi di lino? sono buoni? hanno un sapore deciso o poco rilevante? sai che non li ho mai provati?
    hai inciso dei tagli sulla pagnotta che son opoi esteticamente bellissimi.. brava !

    RispondiElimina
  25. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  26. Fior: i semi di lino sono simili a quelli di zucca, nel senso che non sono forti nè particolarmente caratteristici nel sapore (almeno in queste dosi ridotte): i semi di Nigella per esempio sono molto aromatici, con un gusto che ricorda vagamente la cipolla.
    Diciamo che con la Nigella vedrei difficile l'accostamento con del dolce, mentre in questo caso il pane può essere abbinato sia a dolci (come per la colazione con confetture) sia a salati (coi formaggi o accompagnamento del pasto).
    La prossima volta vorrei metterci anche dei gherigli di noce, ma devo andarci cauta per non appesantirlo troppo...

    RispondiElimina
  27. no no no che?? i semi di Nigella simili vagamentealla cipolla???
    allora stanno da dio con l'arancia!! scherziamo!? noci, arancia e semi di nigella. E poi prova a mangiare un pano così con del formaggio come il pecorino romano o un formaggio dal sapore forte... poi mi dici!! :D
    almeno.. questa è "SOLO" un'idea..

    RispondiElimina
  28. Fior: sì, certo che ci sta bene, son pure d'accordo.
    Ma io per dolce intendevo per la colazione: e sinceramente a colazione il saporino di cipolla col caffè non mi piace proprio! :)

    RispondiElimina
  29. ahahah ah no?? ma come... un bel panino cipolle e formaggio.. col caffè o il tè.. ahahahh

    RispondiElimina
  30. Come si fa anon partecipare a questo slendido evento internazionale!Dopotutto tutti noi blogger panifichiamo tantissimo, quindi diveta un evento imperdibile!
    buonissimo questo pane ricco di cerali.
    baci baci

    RispondiElimina
  31. Un pane fantastico! Grazie per la tua partecipazione al World Bread Day 2009. Yes you baked! :-)

    RispondiElimina

Se avete domande o curiosità di qualsiasi genere inerenti a quanto trovate nel blog, sono qui per rispondere più che volentieri.
Vi chiedo però la cortesia, prima di domandare, di leggere bene i post: spesso e volentieri le domande che ricevo hanno già risposta.
Se una volta letto restate con qualche dubbio...sono a completa disposizione. :)

Grazie.