OverBlog

21 settembre 2009

La Sicilia nel piatto

Quando mamma è tornata dalla sua vacanza siciliana è rientrata con un sacco di cose buone: olio, vini, pistacchi, mandorle. La macchina era invasa di cibo, com'è giusto che sia quando si va in vacanza in una regione così ricca di splendidi prodotti.
Tra le altre cose ha pensato bene di portarmi anche un sacchetto di pomodori ciliegini essiccati: non vi dico il profumo che sprigionano, anche a sacchetto chiuso se ne sente già l'aroma!
Essendo un prodotto che non uso spesso in cucina ho pensato di dare un'occhiata alle ricette che nel corso dei mesi mi sono salvata, man mano che le vedevo e me ne innamoravo.
La prima tentazione è stato quella del pesto di Paoletta, ma fare un pesto di rucola senza la rucola mi sembrava poco saggio.
Così ho proseguito e mi sono imbattuta nella ricetta che volevo: un bel piatto di pasta fatto dal Moscerino dei foodbloggers per eccellenza!
Lei ha fatto una sua versione di questa ricetta, partendo da quella realizzata dallo chef Filippo La Mantia.
L'avrei copiata para para, se non fosse che in casa non avevo menta.
Perciò il resto degli ingredienti è rimasto invariato, salvo l'assenza della menta ed una spruzzata di prezzemolo.
Una pasta che più siciliana non si può, per onorare degnamente gli splendidi pomodori secchi siciliani che ho ricevuto in regalo!

pasta

LINGUINE CON POMODORI SECCHI, MANDORLE E SCORZA DI LIMONE

Ingredienti per 2 porzioni

200 g di linguine
10 pomodorini secchi siciliani
50 g di mandorle spellate
il succo e la scorza di un limone
una presa di origano
3 cucchiai colmi di pangrattato
olio, sale e pepe


Preparazione

Mettete in ammollo i pomodori secchi per circa 20 minuti, cambiando un paio di volte l'acqua (tiepida) per far perdere la salinità eccessiva.
Sminuzzate a coltello le mandorle (lasciandone una manciata a parte a lamelle, e tostate), poi le unite al pangrattato, sale, pepe ed un filo d'olio.
Fate tostare per bene, poi togliete dal fuoco ed aggiungete la scorza di limone, l'origano ed il prezzemolo.
Mettete da parte il composto e nello stesso padellino versate un filo d'olio, il succo di limone ed i pomodori, creando una salsetta.
Cuocete la pasta, scolatela con un po' dell'acqua di cottura e saltatela con la salsina di olio e limone.
Poi spolverizzate con parte del composto di pane e mandorle ed impiattate, spolverizzando in superficie ancora qualche briciola di composto e le mandorle a lamelle precedentemente tostate.

pasta 1

45 commenti:

  1. Che splendore!!! e io non ho neanche pranzato!!! Hai ragione la sicilia è piena di sapori e di cose buone di cui non si può fare a meno...meno male che io ho una siciliana in casa!!! ora segno subito la tua ricetta, soprattutto la versione senza menta che a me non piace. baci

    RispondiElimina
  2. Entrare nei foodblog senza aver pranzato è un rischio enorme!:) Al posto tuo approfitterei della "siciliana in casa" per farmi preparare qualunque piatto di quella splendida regione: meglio abbondare, ti pare? ;)

    RispondiElimina
  3. ottima questa pasta, proprio il genere di piatti che piace a me! un bacione.

    RispondiElimina
  4. deliziosa, da buona siciliana ti dico che hai scelto un modo ottimo per provarli. Io in genere sono per una versione più sbrigativa in cui con la mezzaluna trito i pomodori secchi con basilico fresco, un filetto d'acciuga e un pizzico di nduja calabrese...se vuoi dare un'occhiata alla ricetta eccoti il collegamento. Le foto purtroppo non rendono perchè fatte la sera....Baci

    http://lamontagnaincantata.blogspot.com/2008/10/le-fotoricette-spaghetti-con-pesto-di.html

    RispondiElimina
  5. Micaela: grazie ;)

    Elena: sono passata da te e devo ammettere che anche la tua versione mi ispira un sacco (sarà che adoro le acciughe...). Se l'avessi vista prima non escludo che avrei realizzato la tua!

    RispondiElimina
  6. Complimenti, ottima rappresentazione dei prodotti della mia terra....Anche io quando vado in vacanza cerco subito di rifornirmi dei prodotti tipici del loco...Ciao a presto.

    RispondiElimina
  7. Alessandra: mi fa piacere che due siciliane abbiano approvato questa pasta :) Io dalle vacanze solitamente rientro carica come un somaro, anche di cose che non-so-come-userò-ma-devo-avere! ;)

    RispondiElimina
  8. Questa pasta così ricca è solo da mangiare! mmmmm! che fame

    RispondiElimina
  9. Ma è un piatto davvero delizioso! e poi in Sicilia i profumi è come se si moltiplicassero... questo primo piatto sembra esprimere appieno la sua provenienza... davvero appetitoso.

    RispondiElimina
  10. un piatto davvero straordinario!

    RispondiElimina
  11. Mamma mia cosa vedono i miei occhi!!! E' davvero un piatto invitante, se poi ci aggiungiamo il particolare dei prodotti siciliani, non può che essere eccellente!!
    Bravissima :)

    RispondiElimina
  12. E' vero, si dovrebbero guardare gli altri post dopo cena! Stasera abbiamo minestra di verdura: buona, ma di fronte a questa tua bellezza....
    Immagino il sapore, proprio siciliano.
    Io avrei aggiunto l'olio al pane gia' tostato, ma in cucina deve regnare la liberta'!!!
    Complimenti, anzi complimentoni :-)

    RispondiElimina
  13. aggiudicato! questa pasta sarà il mio pranzo di domani!!!troppo buona!

    RispondiElimina
  14. detto da una siciliana doc...ti è venuta una meraviglia...adoro i pomodori secchi, fanno parte di tanti ricordi d'infanzia...:)

    RispondiElimina
  15. La sicila è una terra ricca di sapori, profumi ed ingredienti davvero particolari. Anche noi ci siamo peortate a casa un po' di prodotti tipici.
    Questa pasta è una vera meraviglia. profumata, dal gusto deciso ma davvero gustoso!
    bacioni

    RispondiElimina
  16. questo è il piatto che fa per me! sono vegetariana e queste preparazioni mi fanno impazzire!!! un bacione

    RispondiElimina
  17. Ciao!! Questo primo piatto lo copio e lo provo al più presto, nel senso appena trovo dei buoni pomodori secchi... Certi i pachino secchi sono difficili da trovare! Un primo piatto che mi ha conquistata

    RispondiElimina
  18. Questa ricetta me la sono appena trascritta: semplicissima, profumatissima, gustosissima ma con delicatezza. Adoro i pomodori secchi, ce li ho in casa: domani questo è il primo. Grazie mille per la ricetta. Brava!
    PS: foto molto belle

    RispondiElimina
  19. O mamma che delizia. E ora mi ci vorrebbero i pomodori secchi appena visti da Miciapallina. NOn ho le mandorle, ma ancora dei pistacchi di Bronte. Non mi resta che aspettare l'ora di pranzo. Fantastiche foto e linguine.

    Ciao
    Alex

    RispondiElimina
  20. Maya: grazie ;)

    Cucchiaiodoro: vero, la Sicilia è magica.

    Federica, Danea: grazie :)

    CorradoT: dimenticai di scriverlo ma... un filo d'olio l'ho aggiunto anche a crudo, dopo ;)

    Giò: andata allora! :)

    Cenerentola: ecco, essendo tu siciliana mi fa molto piacere sapere che il piatto ti piaccia :)

    Manu e Silvia: vero. Il sapore è davvero particolare: la dolcezza del pomodoro, l'asprezza del succo di limone, l'aroma della scorza, l'untuosità dell'olio, i profumi dell'origano... Un connubio di sapori davvero speciale! :)

    Sara: bene allora!:)

    Elisa: in effetti io, non trovandoli, non li usavo mai. Ma ora ne ho qualcosa come 250 gr, quindi non escludo che rientrino spesso nei miei prossimi post ;)

    Sabrine: grazie dei complimenti ;)

    Alex: eh, i pomodorini secchi della Micia hanno il loro bel perchè...I pistacchi ce li vedo una meraviglia ;)

    RispondiElimina
  21. Complimenti per ricetta e foto staordinarie!!

    RispondiElimina
  22. Meravigliosa questa pasta!
    La foto, poi è superba

    RispondiElimina
  23. ma daiiiiiii!
    Ma tu vedi che anche da lontano non abbiamo perso il "vizio" di fare le cose in tandem!
    Io posto i pomodori secchi e tu?
    Tu la pasta con i pomodorini!
    eheheheeheh

    QUESTA è telepatia!

    nasinasi

    RispondiElimina
  24. Davvero un piatto invitante! Se ti va con questa ricetta puoi partecipare alla mia raccolta! Baci

    RispondiElimina
  25. dovevo aprire questa pagina dopo pranzo, l'idea era di mangiare un'insalata...ma ora ho voglia di questa meraviglia!

    RispondiElimina
  26. Sarah, mi ci tufferei in un piato di pasta simile, è vero noi le mandorle le usiamo parecchio e anche i pomodori secchi, un vero matrimonio d'amore ;)
    un baciotto
    cla

    RispondiElimina
  27. Tornerei in Sicilia anche domani..per vederla tutta quanta, e per sentirne gli odori e vederne i colori..è una terra che come ho sempre detto, mi fa venire fame...
    Questo piatto è fantastico..lo proporrò in tavola domenica..

    Ps: grazie come sempre delle splendide parole..sei dolce davvero..

    RispondiElimina
  28. ma cosa posso aggiungere? hanno già detto tutto gli altri...ma almeno a Mamit l'hai fatta assaggiare? dopo che si è scarrozzata chili e chili di roba?
    :DDDD

    p.s. mi hai fatto pensare ad una ricetta coi pomodori secchi...la metterò presto! ;)

    RispondiElimina
  29. Solidea: grazie, troppo buona (la pasta ;P)

    Simo: grazie :)

    Micia: noi siam legate in modo invisibile ed indissolubile, in questo caso da un filo di pomodorini secchi :)

    Roxy: tra poco passo :)

    furfecchia: i blog di cucina sono come entrare al super. Meglio entrare quando si ha la pancia piena, altrimenti si rischia di svaligiare il supermercato (o di farsi tentare dalle ricette) ;)

    Claudia: a me quel matrimonio di sapori piace proprio parecchio :)

    sononera: bacio :*

    cinzietta: Mamit l'ho vista col binocolo, non ha fatto in tempo ad andarle vicino. Ma con tutti i pomodori che ho faccio in tempo a rifargliela 1000 volte (una buona scusa per ripapparla :))

    RispondiElimina
  30. che spettacolo!!! grazie per questo piatto che profuma di sole e delle vacanze appena trascorse!
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  31. fantastica!è un primo davvero delizioso!baci

    RispondiElimina
  32. Complimenti.
    Une recette simple et très goûteuse.
    A faire.

    RispondiElimina
  33. Ciao Sarah. questo piatto, più che saporito, è davvero "saporoso". Mi piace. Baci Manu

    RispondiElimina
  34. ehm... la Sicilia nel piatto, ok .. .. ma la Sicilia a casa mia no?? Non ti va di portarmela eh?? :')
    che favola di piattoooo

    RispondiElimina
  35. Non dovevo passare da te a quest'ora... uffa! come faccio ad aspettare l'ora di cena???
    Per far venire un po' di languorino anche a te...
    noi abbiamo cercato di valorizzare la nostra raccolta con un post riepilogativo, spero ti possa piacere. ciao

    RispondiElimina
  36. Grazie ragazze, mi fa molto piacere che vi sia piaciuta quanto a me ;)

    Fiordivanilla: eheheh, mi hai fatto ridere di gusto. E, per inciso, te la porto quando vuoi. ;)

    Ale: sono passata da voi di corsa, ho visto il riassunto della raccolta: mi pare stia venendo una bellezza! :)

    RispondiElimina
  37. ho sognato che ci incontravamo sotto casa mia a Roma! mi sembrava tutto vero...verrò verrò , stanne certa!

    RispondiElimina
  38. Io sono lombarda di nascita e romana d'adozione ma credo che la Sicilia sia veramente tra le regioni italiane più ricche dal punto di vista gastronomico.

    Gli accostamenti di ingredienti semplici come le mandorle, i pomodori secchi, o anche i pistacchi e l'uva passa danno sempre risultati sorprendenti: questa pasta è decisamente invitante...

    Ma in questi giorni proprio in Sicilia non c'è la festa del cus cus?

    RispondiElimina
  39. A quest'ora fame blu, come faccio a resiatere a questa tentazioneeeeeeeee!!!!!!!

    RispondiElimina
  40. Ecco cosa fare con la granella di pistacchi di Bronte comprata quest'estate!

    RispondiElimina
  41. adoro la cucina siciliana!questo primo piatto poi sembra cosi saporito!mmmm:-))

    RispondiElimina
  42. Lo sai, che pur essendo siciliana, così non l'ho mai mangiata??? Devo assolutamente recuperare!!!
    Baci
    Stefania

    RispondiElimina
  43. noto solo ora che il post è un pò datato, ma mi hai dato lo spunto per la cena di stasera! quindi devo solo ringraziarti (anche se a distanza di un anno),
    Baci!

    RispondiElimina
  44. Francesca: beh, datato o no mi fa piacere che sia tornato utile a qualcuno ;)
    Un bacio a te

    RispondiElimina

Se avete domande o curiosità di qualsiasi genere inerenti a quanto trovate nel blog, sono qui per rispondere più che volentieri.
Vi chiedo però la cortesia, prima di domandare, di leggere bene i post: spesso e volentieri le domande che ricevo hanno già risposta.
Se una volta letto restate con qualche dubbio...sono a completa disposizione. :)

Grazie.