OverBlog

30 giugno 2009

Cheesecake fiori d'arancio e lamponi per i suoceri...

Questo fine settimana ho avuto in visita i "suoceri" (li chiamo così per comodità, anche se non sono sposata. Certo, dopo 8 anni di fidanzamento, in ogni caso io li considero tali...).
Dire di non essermi accorta che ci fossero è poco, o meglio: me ne sono accorta perchè in pratica non ho avuto la grazia di muovere un dito.
Si sono portati le loro lenzuola ed i loro asciugamani ("così almeno quando veniamo via non devi stare a far lavatrici ed a stirare le nostre cose"); sono arrivati con tanto di quel cibo che ancora oggi che sono ripartiti ho il frigo pieno; mia suocera mi ha quasi tolto il saluto perchè non volevo darle i panni da stirare ("dammi no? A me fa piacere aiutarti, così almeno non hai da farlo tu!"); me la sono persa di vista un attimo e mi stava rassettando la lavastoviglie pulita; ho perso di vista lui e l'ho trovato che ripuliva il bagno ("stai tranquilla, lo faccio io anche a casa sai? Così ti lasciamo tutto in ordine e non hai nulla di cui preoccuparti...").
Io non ho parole, davvero.
In questi giorni hanno davvero fatto qualunque cosa possibile per aiutare e dare meno fastidio possibile.
Domenica ci siamo ritrovati tutti a casa di mamma, per una grigliata. Loro adorano la carne. Così abbiamo pensato a quella, e a qualche antipastino: affettati misti, frittate varie, focaccia.
Io, inoltre, mi sono autoincaricata di portare il dolce.
Volevo fare qualcosa di fresco, che non fosse troppo pesante come fine pasto.
Saltellando da un blog all'altro in cerca di idee (sì perchè io non navigo, saltello :)) mi sono soffermata qui: il dolce mi piaceva moltissimo, esattamente come era presentato. Unica pecca: era una cheesecake cotta. Io non avevo la benchè minima intenzione di accendere il forno.
Così ho rubato parte dell'idea di presentazione e parte della base di biscotto. Per la crema,beh... In Umbria, l'estate scorsa, io ed il fidanzato abbiamo avuto il piacere di mangiare una cheesecake favolosa. Il nome della ricetta era "cheesecake al cioccolato bianco e fiori d'arancio con salsa di ribes": dirvi che era strepitosa non rende l'idea.
Ecco, sono partita da lì e ho cercato di ottenere quel dolce: nel sapore ci sono riuscita. La consistenza era piacevolissima, cremosa e soffice, ma quella originale era davvero un soffio. Sembrava fatta di bollicine d'aria che al contatto tra lingua e palato si scioglievano in una mousse libidinosa.
Comunque sono molto soddisfatta del risultato, anche perchè ho infranto una regola per me basilare: MAI fare esperimenti quando hai ospiti.
Fortunatamente mi è andata bene. Stavolta. :)

torta in tavola

CHEESECAKE AL CIOCCOLATO BIANCO E FIORI D'ARANCIO CON SALSA AI LAMPONI

Ingredienti per un dolce (24 x 24 cm: ci abbiamo mangiato in 6 e ancora ne è avanzata...direi che basta per 8 persone)

base di biscotti

200 gr di savoiardi
80 gr di burro fuso
3-4 cucchiai di confettura di lamponi

crema al cioccolato

200 gr panna montata
250 gr di ricotta
150 gr Philadelphia
250 gr cioccolato bianco (io ho usato il Novi)
2 cucchiai di acqua di fiori di arancio (e qui apro una parentesi: quella usata da me era già aperta da un po' ed aveva perso molto dell'aroma. Ne ho usati due cucchiai e si sentiva il giusto. Se ne avete un boccino nuovo e con un aroma quindi più intenso regolatevi aggiungendone poco per volta ed assaggiando man mano. Il profumo deve sentirsi appena)
8 gr di colla di pesce (e qualche cucchiaio di latte per scioglierla)
2 cucchiai di zucchero a velo

per la salsa ai lamponi

175 gr di lamponi
limone a piacere
zucchero a piacere

per guarnire

180-200 gr di savoiardi, tagliati a metà
lamponi e more (e qui confesso... i lamponi sono sempre quelli della pianta di mamma, ma le more sono comprate...;) Una vaschetta da 125 gr è più che sufficiente)
qualche cucchiaio di confettura di lamponi


Preparazione

In un mixer sbriciolate i biscotti per la base, ed aggiungeteci il burro fuso. Stendeteli nello stampo scelto e fate riposare in frigo una mezz'ora.
Riprendete poi lo stampo e spalmate sui biscotti un velo di confettura di lamponi (setacciata per privarla dei semini).
Riponete di nuovo in frigo.
Preparate ora la crema.
In una ciotola mescotale ricotta e philadelphia con una forchetta ed aggiungeteci lo zucchero.
Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria e lasciatelo intiepidire.
Intanto montate la panna (ben fredda) e mettete a bagno la colla di pesce in acqua fredda.
Amalgamate il cioccolato ormai tiepido al composto di formaggi. Scaldate qualche cucchiaio di latte in un padellino, ed una volta caldo metteteci la gelatina, mescolando con una frustina.
Lasciate stiepidire qualche minuto, poi aggiungetela al composto.
Amalagamate bene, aggiungete la panna montata e mescolate dal basso verso l'alto per non smontare il composto.
A questo punto unite l'acqua di fiori d'arancio, ed assaggiate man mano che la aggiungete, così da ottenere il profumo che desiderate senza eccedere.
Una volta amalgamato il tutto versate nello stampo e riponete in frigo 5-6 ore.
Per la salsa di lamponi, frullateli con un mixer ad immersione con un po' di succo di limone e un cucchiaio di zucchero, e poi setacciatela.
Quando la crema di formaggio si sarà rassodata versateci la salsa e stendetela sul dolce.
Prendete i savoiardi, stendete una goccia di confettura nel punto in cui dovranno aderire al dolce e posizionateli tutto intorno, come se fossero una staccionata.
Guarnite la torta con lamponi e more freschi.

pezzo torta


Con questo dolce partecipo alla raccolta-contest di Imma di Dolci a go go "cheesecake dal dolce al salato"

27 commenti:

  1. che bello questo cheesecake e di sicuro anche ottimo, devi aver fatto un figurone con i suoceri!!! un bacioen

    RispondiElimina
  2. Ha un aspetto delizioso e sono certa che avranno tanto apprezzato!

    RispondiElimina
  3. Sono senza parole; è stupendo; coreograficamente e immagino anche di gusto. Tutti i miei complimenti!

    RispondiElimina
  4. Spettacolare, oltre che buonissimo, brava!

    RispondiElimina
  5. Beata te...mia suocera avrebbe fatto di tutto per non fare niente e avrebbe pure criticato tutto ciò che facevo io!! La torta è meravigliosa, davvero!! Complimenti!

    RispondiElimina
  6. wow wow wow una bomba di bonta e presentata magnificamente avrai avuto tantissimi complimenti per questo capolavoro!!bravissima,baci imma

    RispondiElimina
  7. bè un modo scenografico di presentare un ottimo cheesecake! Sicuramente hai fatto un figurone...

    RispondiElimina
  8. che suoceri fortunati a gustare questa delizia!!!!!kiss

    RispondiElimina
  9. Grazie, speravo vi piacesse.
    Devo dire che ve lo consiglio caldamente: se qualcuna di foi fosse tentata al punto da riprovarci sono sicura che non se ne pentirebbe. ;)

    Happy housewife: in effetti sono molto fortunata coi miei suoceri, ne sono consapevole. Stamattina alla partenza dopo esserci salutati gli sono montate le lacrime... Ci vogliamo bene, e questo semplifica molto le cose :)

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  11. Bello questo cheesecake!Penso che lo rifarò questo weekend!Le tue dosi possono andare bene per uno stampo da 26 cm a cerniera? Secondo te faccio bene a rivestirlo con carta forno bagnata e strizzata in modo da facilitarmi la sformatura? Grazie! Baci!

    RispondiElimina
  12. Bè, sei davvero fortunata: hai dei suoceri d'oro!
    Niente di meglio di questo dolce per ringraziarli allora!
    stupendo e davvero buonissimo!!
    un bacione

    RispondiElimina
  13. Sofy: Allora... Secondo me ti converrebbe usare piuttosto uno stampo un filo più piccolo piuttosto che un po' più grande. Se vedi la mia foto della torta iniziata lo strato di crema non è altissimo, e forse con lo stampo ancora un po' più grande rispetto al mio rischi di averlo troppo bassino. Mentre invece se ti esce più alto viene bellissimo lo stesso (se non di più) e non hai certo il problema che non ti si cuocia all'interno, visto che è crudo :).
    In quanto alla carta forno... Io volevo comprare le bande di acetato (sono delle strisce di "plastica" che si usano proprio per sformare più facilmente) ma avrei dovuto acquistarne una quantità spropositata per l'uso che ne faccio. Così mi sono ingegnata diversamente. Ho acquistato in cartoleria quelle cartelline trasparenti in polipropilene che si usano per riparare i fogli (io le chiamo mappette...): prendo la misura dello stampo e mi ritaglio quello che mi serve dalle cartelline. Costano molto meno dell'acetato e fanno un lavoro niente male. Sulla carta forno bagnata non giurerei lo stesso, in questo caso.
    Comunque, se volessi rifarlo e volessi finirlo coi savoiardi tutt'intorno come ho fatto io, il bordo perfetto non è essenziale, tanto viene coperto ;)

    RispondiElimina
  14. questo dolce è un capolavoro, sono sicura che i suoceri hanno molto apprezzato il dolce pensiero
    Un bacione
    fra

    RispondiElimina
  15. Con questo dolce li catturerai sicuramente, è qualcosa di divino!!!!!!

    RispondiElimina
  16. Simo: in effetti li ho già catturati.. domenica.. ;)

    marsettina: allora DEVI farla. Con questa io sono riuscita in un paio di miracoli. 1. mamma odia il cioccolato bianco: quando le ho chiesto di darmene un po' di quella avanzata ha fatto finta di non capire e se l'è tenuta tutta.
    2. avevo realizzato un dolcino a parte per un "talebano" del cibo: no dolci alla frutta, nè tantomeno con il formaggio. Quando l'ha visto mi ha detto "e ma che bella...e ma...non posso non assaggiare un dolce così bello.". E alla fine ha sentenziato "ho fatto bene a cedere, è anche buonissimo!".
    Se tipiacciono le cheesecake questa non devi farla scappare! ;)

    RispondiElimina
  17. ma< che buona!!!
    Complimenti!

    RispondiElimina
  18. Che suoceri meravigliosi....penso che chiunque te li invidi!!!
    Beata te!!!
    E tu sei stata davvero stupenda a realizzare questa cheese meravigliosa!!!
    Bravissima!!!

    RispondiElimina
  19. Ho visto che ti sei aggiunta ai miei lettori!Sono davvero tanto contenta e non potevo non ricambiare!
    Se fossi in te mi terrei stretta i suoceri, sono a dir poco "più unici che rari"! la torta è meravigliosa! Ciao

    RispondiElimina
  20. Veramente splendido con questi profumi... raffinati! Buona serata

    RispondiElimina
  21. mamma mia che bella e che buona!!

    RispondiElimina
  22. Meraviglia torta! Complimenti!

    RispondiElimina
  23. davvero una delizia irresistibile! e che bella da vedere, ma ancora più buona da gustare!

    RispondiElimina
  24. Grazie!le cartelline sono quelle trasparenti un po' ruvidine giusto?Baci e grazie ancora per il consiglio!

    RispondiElimina
  25. Sofy: sì, ci sono sia ruvidine che lisce. Io le uso liscie, e tutto sommato sono una buona alternativa (economica) ai fogli di acetato. ;)

    RispondiElimina
  26. ma si presenta benissimooooo, oltre che è una bontà!!!!
    Baciiii

    RispondiElimina

Se avete domande o curiosità di qualsiasi genere inerenti a quanto trovate nel blog, sono qui per rispondere più che volentieri.
Vi chiedo però la cortesia, prima di domandare, di leggere bene i post: spesso e volentieri le domande che ricevo hanno già risposta.
Se una volta letto restate con qualche dubbio...sono a completa disposizione. :)

Grazie.