OverBlog

14 febbraio 2011

Crème brûlée mon amour...

crème brûlée

Quando ho caricato questa foto sul pc mi sono detta: "ohibò, sembra quasi una capasanta piastrata!".
Capasanta in verità non è, siamo proprio in tutt'altro settore del menù, al dolce: siamo alla mitica crème brûlée.
La venero, è uno di quei dolci al cucchiaio per cui potrei vendermi un rene. Fortunatamente non è necessario :D.
Mangiata per la prima volta a Barcellona quasi 20 anni fa e da allora adorata.
Quando amo tanto un dolce ci metto un bel po' prima di decidermi a riprodurlo a casa, in una sorta di timore reverenziale e profondo rispetto.. poi alla fine cedo, di schianto.
Pochissimi ingredienti, il contrasto croccante-vellulato, il sapore delizioso della mia amata vaniglia... Ha davvero tutte le caratteristiche per rapire il cuore a molti.
Il mio se l'è preso tutto.

cremebrule 008editededited

CRÈME BRÛLÉE

Ingredienti per 5 stampi come quelli della foto, bassi e larghi circa 10 cm

4 tuorli
6 dl di panna fresca
1 baccello di vaniglia (e non chiedetemi se potete usare la vanillina perché vi taglio le mani!:D)
3 cucchiai di zucchero semolato

Per la crosticina bruciata in superficie:
zucchero di canna grezzo q.b (circa altri 3 cucchiai)


cremebrule 002editededited

Preparazione

Aprite in due il baccello di vaniglia, prelevatene i semi e tuffate tutto in un pentolino con cui porterete a bollore la panna.
Una volta a bollore, spegnete e lasciate la bacca in infusione per 10 minuti.
Preriscaldate il forno a 140°.
Intanto in una ciotola sbattete lo zucchero coi tuorli.
Versateci pian piano la panna, poi versate tutto in una brocca filtrando con un colino (sarà più semplice riempire gli stampi) così da eliminare la bacca di vaniglia ed eventuali pallini di uovo cotto.
Preparate una teglia in cui sistemerete gli stampi, mettete sul fondo un canovaccio da cucina ed adagiatevi le ciotoline: riempitele con la crema, poi versate nella teglia acqua sufficiente ad arrivare a circa metà altezza degli stampi.
Con molta attenzione infornate e cuocete 50 minuti circa, dipende sia dal forno che dagli stampi usati: dovrete vedere la crema solidificata in superficie ma dentro sarà ancora cremosa (nel mio caso 50 minuti sono stati sufficienti).
Lasciate intiepidire, poi prelevate gli stampi, asciugateli e riponeteli in frigo fino al giorno seguente.

cremebrule 006editededited

Il giorno dopo cospargete la superficie con zucchero di canna e passate sotto il grill del forno (oppure usate il cannello da cucina se lo avete): tenete d'occhio perché ci mette poco a passare da pronto a bruciato immangiabile.
Io l'ho gratinato col grill del microoonde.

Nota: la mia crème brûlée ha una crosticina sottile sottile perché ho inserito troppo zucchero per errore nella crema, e temevo che, se avessi messo una dose maggiore di zucchero per la crosticina, sarebbe diventata immangiabile.
Se volete che la crosta sia sottile, andate leggeri con lo zucchero: se la preferite più consistente allora mettetene un po' di più.

35 commenti:

  1. la creme bruleè mi affascina sempre anche se non l'ho mai fatta...non lo so c'è qualcosa che mi lascia perplessa anche se la trovo estremamente chic!
    mi piace la foto con il cucchiaino sollevato!

    RispondiElimina
  2. che buona....da quando ho il cannello non perdo occasione di farla ;o)

    RispondiElimina
  3. Un must, anche lei da top ten!

    RispondiElimina
  4. Buongiono...che ottima creme brulèè!!!
    Ciao Buon inizio settimana =)

    RispondiElimina
  5. Da tempo cercavo una ricetta di creme bruleè che mi ispirasse... penso proprio di averla trovata! Grazie! è bellissima...

    ps - perché non posso entrare nel tuo blog con Google Chrome? Mi si apre la pagina ma non si caricano le foto, anche aspettando tantissimo! succede solo a me o anche ad altre?

    un bacio, buon lunedì!

    RispondiElimina
  6. davvero golosissima! complimenti, proverò anch'io! :-)

    RispondiElimina
  7. Buongiorno a tutte ragazze :)

    Carlotta: non dipende dal browser (io uso chrome sempre e non ho problemi). Il problema e' legato a qualche sponsorizzazione pubblicitaria che ne rallenta la prima apertura del giorno. Credo di aver finalmente individuato a quale pubblicita' sia dovuto, sto cercando di eliminarla sperando che il problema si risolva.

    RispondiElimina
  8. Farà parte del mio menù di stasera!!!
    E' sempre ottima!!

    La Ceci

    RispondiElimina
  9. Effettivamente dev'essere un trionfo di gusto per il palato, ciao.

    RispondiElimina
  10. Che dire, la perfezione. Anche io ne sono dipendente...
    E non sembra una capasanta :-)))

    RispondiElimina
  11. Riquisima! Me encanta la crème brûlée, así que un día haré tu receta sin dudarlo :)

    Un beso!!

    RispondiElimina
  12. ...ho comprato anche il cannello, ma non lo ho ancora utilizzato...proverò con la tua ricetta.
    Vieni a trovarmi sul mio blog mi piacerebbe sapere cosa ne pensi.
    a presto

    RispondiElimina
  13. Adoro la creme brule, da quando l ho assaggiata è uno dei miei dolci preferiti, ne ho pubblicata una versione anche io :) mi piace tanto rompere la crosticina.. come piace ad amelie :)Baci Ang

    RispondiElimina
  14. Ah, come ti capisco...io pure ne sono una grande fan e sono appena reduce da un'esperienza diretta, proprio in Spagna...buffa la capasanta bruciata...

    buon inizio di settimana

    A.

    RispondiElimina
  15. io ne gradirei una, grazie.
    però le capesante con la vaniglia sono buone...
    va beh non c'entra niente, era l'effetto svarione da "voglioquellacosaassolutamenteosvengo"

    RispondiElimina
  16. santo cielo. Questa è una signora Creme Brulee. mi fa tanta, tanta, tantissima gola solo a guardarla...
    E.. si, anche per me questa, insieme alla panna cotta, è uno di quei dolci semplici semplici, con pochi ingredienti, ma che mi fatto impazzire

    RispondiElimina
  17. il mio dolce preferito...
    stupende foto...ma quale capasanta!!!

    RispondiElimina
  18. Foto bellissime, altro che capasanta :-) Questa crema rimette in pace col mondo. Complimenti per tutto,
    simo

    RispondiElimina
  19. scusa ho sbagliato profilo...Stefano è il mio capo...ero entrata con i suoi user e password...ti prego di cancellare il commento...graize mille! E scusa per il disguido!

    RispondiElimina
  20. Un classico che ruba il cuore ogni volta!
    la tua ha una golosa cremosità abbinata ad una crosticina perfetta!

    RispondiElimina
  21. Sono tutte belle, ma la prima fotografia è fantastica, una delle più belle mai viste!

    RispondiElimina
  22. prima di assaggiarla in Spagna la snobbavo un po', ma ora appena posso la mangio
    mi piace tantissimo!!! :P

    RispondiElimina
  23. Anche io la adoro ma non l'ho ancora mai fatta...per di più per natale ho voluto a tutti i costi il cannello ma è ancora sigillato...si può??Un baciotto!

    RispondiElimina
  24. Io proprio alla capasanta piastrata non avrei mai pensato, ma proprio mai...quel cucchiaio fa tanto mangiami, sono deliziosamente morbido e avvolgente e anche un pochino croccantino ;)

    RispondiElimina
  25. una meraviglia golosissima!!!!!
    complimenti
    ciaooo

    RispondiElimina
  26. Adoro la creme brule'...ho preso anche il cannello apposta per la crosticina...a dire la verita' l'ho preso per la crosticina della crema catalana di cui vado letteralmente pazza, potrei fare follie per una porzione!
    Monica

    RispondiElimina
  27. wow, questa è la perfezione fatta dessert!!

    RispondiElimina
  28. Ho finalmente cannello e cocottine, la panna è in frigo. si tratta solo di vincere quel timore reverenziale che ho anche io nei confronti di uno dei miei dolci preferiti!!! La provo, sicuro! Ciao e a presto! Lucia

    RispondiElimina
  29. è di una bontá infinita...ho voglia di rifarla:le tue foto poi, mamma, sembrano bucare lo schermo!!!

    RispondiElimina
  30. Ma io sono qui semplicemente per farti i complimenti,
    per tutto! A partire chiaramente dalle ricette deliziose ma anche da queste foto
    che le ingolosiscono ancora di più,davvero complimenti per il tuo blog,è delizioso.
    Ah! dimenticavo io sono Annalisa e se ti fà piacere ,passa a trovarmi qui:

    http://www.unpodolceunposalato.com

    RispondiElimina

Se avete domande o curiosità di qualsiasi genere inerenti a quanto trovate nel blog, sono qui per rispondere più che volentieri.
Vi chiedo però la cortesia, prima di domandare, di leggere bene i post: spesso e volentieri le domande che ricevo hanno già risposta.
Se una volta letto restate con qualche dubbio...sono a completa disposizione. :)

Grazie.