OverBlog

28 febbraio 2009

Una torta golosissima...

Golosi a dieta astenersi da questo post. Potrebbe rovinare per sempre il regime alimentare che state seguendo.
Questo dolce è iper-ultra-stra-calorico, dà assuefazione ed è pure di semplice realizzazione.
Golosi avvisate...
La ricetta è di Raffy di Coquinaria.
È una specie di torta della nonna ma ricoperta di frolla, anzichè finita con crema pasticcera, pinoli e zucchero a velo.
È veramente goduriosa.
Provare per credere.



PINOLATA DI RAFFY (Coquinaria)

Ingredienti per una torta:
400 gr farina
200 gr burro
200 gr di zucchero
2 uova
la scorza di un limone
1 bustina di lievito
pinoli

crema pasticcera:
4 tuorli freschissimi
500 gr latte
150 gr zucchero
50 gr farina
scorza limone (o baccello di vaniglia)

Preparazione:
Iniziamo preparando la crema pasticcera.
Versare il latte -tenendo da parte un paio di cucchiai- con l'aroma scelto in un pentolino e portare a bollore.
Intanto in una ciotola sbattere i tuorli con lo zucchero, poi aggiungete la farina ed allungate tutto col latte tenuto da parte in precedenza. Quando il latte sarà caldo versatelo sulle uova, sbattendo con la frusta: riversate il composto nel pentolino, filtrando se ci fossero eventuali grumi o piccoli pallini di "uovo cotto".
Tenete la crema sul fuoco medio, sempre mescolando con un cucchiaio di egno o una spatola, finchè si addenserà.
Versatela in un contenitore, mettete della pellicola per alimenti direttamente a contatto con la crema calda e lasciare intiepidire.
La pellicola eviterà il formarsi della crosticina tipica della crema pasticcera.

Ora prepariamo il guscio di frolla.
Scaldare il forno a 180° ventilato.
Sbattete le uova con lo zucchero e la buccia del limone: poi aggiungete il burro fuso e la farina setacciata insieme al lievito.
Stendete un pò più della metà della pasta nella teglia imburrata e infarinata da 24 cm di diametro (se il composto fosse troppo morbido sistematecelo a pezzotti, aggiustandolo con le mani. E' molto malleabile, quindi si modella facilmente): a questo punto mettetela crema pasticcera ormai fredda .
Sopra la crema mettere dell'uvetta se piace (io non la metto), e ricoprite la torta col resto della pasta, infarinandovi le manie mettendola a pezzotti schiacciati e modellati con le mani (a cottura ultimata le giunture non si vedranno).
Cospargete poi con una generosa manciata di pinoli ed infornate per una ventina di minuti a 180°.
Deve diventare bella dorata.
Se volete fare la prova stecchino per essere certe che sia cotta, provare ai bordi, dove non c'è la crema che può "tradire" la verifica.

9 commenti:

  1. OK....sono a dieta...ma come posso astenermi??
    Ciao!
    Marty

    RispondiElimina
  2. Infatti non puoi! ;)
    Ciao Marty :)))))

    RispondiElimina
  3. benvenuta nel mondo dei kitchen-blog!torta ad alto tasso glicemico!

    RispondiElimina
  4. Grazie mille!
    Eh sì, è una tortattentato alla linea, ma una volta ogni tanto perchè non concedersi una coccola (chiamiamola così per non crollare sotto i colpi della depressione pot fettazza)?

    RispondiElimina
  5. Eh sì, si vede proprio che è golosissima!!!
    Ho già avuto modo di vedere che le diete sono proibite a chi ha un blog di cucina...
    Sei molto brava, complimenti!
    A presto!

    RispondiElimina
  6. Ciao Carolina!
    Vero che trasuda golosità?
    In quanto alle diete...io adoro cucinare dolci e lievitati in genere, quindi puoi immaginare con quale scorno mi tocca fare attenzione alle calorie: l'ideale è trovare qualcuno a cui donare le proprie creazioni ma...anche regalare sempre non ce la faccio mica! :)

    RispondiElimina
  7. PUPI ma non ti si sta dietro a te!!!

    Ti prenoto come cuoca!!!

    RispondiElimina
  8. Fox, avevo un po' di ricette da postare e ne ho approfittato ;)

    Se prenoti con un po' di anticipo ti arrivo lì gratis!

    RispondiElimina
  9. Hai rispolverato un ricordo dei miei primi tempi su coqui.....io cambio solo la frolla e faccio quella mia che a breve inserirò.
    Grazie.
    bacioni

    RispondiElimina

Se avete domande o curiosità di qualsiasi genere inerenti a quanto trovate nel blog, sono qui per rispondere più che volentieri.
Vi chiedo però la cortesia, prima di domandare, di leggere bene i post: spesso e volentieri le domande che ricevo hanno già risposta.
Se una volta letto restate con qualche dubbio...sono a completa disposizione. :)

Grazie.